giovedì 22 marzo 2012

la colomba a fermentazione naturale








Appena in tempo per le preparazioni pasquali, metto la ricetta del giro di corsi dello scorso anno.

Portando a termine tutte le fasi in modo corretto, si riesce ad ottenere una mollica molto areata e soffice ed un sapore marcato di colomba senza aromi artificiali.


Tutte le foto sono di Paoletta di Anice&Cannella



Ingredienti 1° impasto (sera):

110gr lievito madre maturo, rinfrescato 3 volte con la stessa farina prevista dalla ricetta

355gr farina 00 W 380 – 400

100gr zucchero semolato

90gr burro (possibilmente di tipo bavarese)

1 uovo (medio)

3 tuorli

145gr acqua

Preparazione:

Montiamo la foglia, spezzettiamo il LM nell’acqua (26°) dove avremo messo un cucchiaio dello zucchero previsto, avviamo la macchina fino ad idratarlo.

Uniamo l’uovo e tanta farina quanta ne occorre per formare l’impasto; uniamo in sequenza un tuorlo e una spolverata di zucchero, seguiti a breve da una spolverata di farina, facendo in modo da esaurire i tre ingredienti contemporaneamente e facendo riprendere corda all’impasto prima del successivo inserimento.

Aggiungiamo il burro non troppo morbido, in tre volte, a metà inserimento ribaltiamo l’impasto.


Montiamo il gancio ed impastiamo a vel. 1,5, fino a che la massa non si presenterà liscia e semilucida.


Copriamo la ciotola con pellicola e trasferiamo in forno, con la sola lucetta accesa, per tutta la notte (ca. 12 ore). L’impasto dovrà triplicare.


Prepariamo un’ emulsione con:

30gr burro – 15gr miele (poss. arancia o acacia) – 30gr cioccolato bianco – zeste grattugiate di 1 arancia e 1 mandarino – semini di 1 bacca di vaniglia (o 1 cucchiaino di estratto) – tre cucchiai di liquore amaretto.

Sciogliere il burro ed il miele con gli aromi. Fuori dal fuoco aggiungere il cioccolato grattugiato e mescolare con una frusta fino a scioglimento completo, aggiungere il liquore.


Prepariamo la glassa con:

125gr farina di mandorle – 220gr zucchero – 120gr albumi – 25gr amido di riso (o fecola di patate) – poche gocce di estratto di mandorla amara.

Mescoliamo il tutto senza montare e riponiamo in frigo.



Ingredienti 2° impasto (mattino)


L’impasto precedente

165gr farina 00 W 380 – 400

115gr burro

120gr zucchero semolato

1 uovo (medio)

5 tuorli

30gr acqua

4gr sale

220gr arancia candita cubettata


Preparazione:

Montiamo il gancio e serriamo l’incordatura del primo impasto, con qualche giro di macchina; uniamo l’acqua con un cucchiaio abbondante di zucchero e facciamo andare a vel. 1,5 per qualche istante. Uniamo uno spolvero di farina e riportiamo in corda.Aggiungiamo l’uovo con una manciata di farina e lasciamo legare.


Ora vanno aggiunti i tuorli, uno alla volta, seguiti da una parte di zucchero ed una di farina, curando che l’impasto riprenda elasticità, prima del successivo inserimento. I tre ingredienti dovranno esaurirsi contemporaneamente.


Con l’ultimo tuorlo, aggiungiamo anche il sale.


Uniamo il burro morbido (non in pomata), in tre volte, facendo attenzione a non perdere l’incordatura acquisita e ribaltando di tanto in tanto l’impasto nella ciotola.


Mescoliamo l’emulsione con una frusta, fino a renderla cremosa ed inseriamola poco alla volta alla massa.


Esauriti gli ingredienti, facciamo andare a velocità sostenuta (2), fino ad ottenere il “velo”.


Uniamo i canditi, leggermente riscaldati al microonde, impastando a bassa velocità giusto il tempo di distribuirli uniformemente.


Lasciamo riposare 30’, poi spezziamo ed arrotondiamo (pirlatura).






Copriamo a campana e lasciamo riposare ancora 30’.


Spezziamo in due ogni porzione e formiamo la prima parte che comporrà le ali.


Formiamo anche la seconda e sistemiamola a croce sulla prima.


Copriamo con pellicola e poniamo a 28 - 30° fino a che l’impasto non sarà arrivato ad un dito dal bordo.


Negli ultimi 15’ scopriamo le colombe.


Mescoliamo con vigore la glassa, servendoci di una frusta e distribuiamola sulle colombe aiutandoci con una tasca da pasticceria ed un beccuccio piatto.





Cospargiamo con zucchero in granella, qualche mandorla spellata e spolveriamo abbondantemente con dello zucchero a velo.




Inforniamo a 180° fino a cottura (prova stecchino o temp. al cuore 96°)


Pezzature da 500gr – ca. 30 - 35'

Pezzature da 1kg – ca. 45-50’


Capovolgiamo utilizzando degli spiedini o ferri da calza e lasciamo raffreddare.







E’ possibile velocizzare e rendere più sicuro il risultato, inserendo un lievitino nel primo impasto, fatto con: 80gr acqua – 80gr farina (presi dagli ingredienti del 1° impasto) – 10gr di lievito di birra fresco - 1 cucchiaino di miele – lasciato fermentare fino al raddoppio ed inserito nell’impasto dopo il LM.

In questo caso, è consigliabile far maturare l’impasto in frigo per ca. 12 ore.Con queste dosi si ottengono tre colombe da 500gr o due da 750gr.




159 commenti:

  1. Cosa dire.
    Semplicemente meravigliosa.
    Con il tuo lievito madre proverò a realizzarla.
    Grazie dei tuoi corsi e dei tuoi consigli.
    Ti saluto cordialmente

    RispondiElimina
  2. wow...non ho parole...perfetta!

    RispondiElimina
  3. Grazie,grazie,mille volte grazie per condividere perle del tuo sapere!!!Non vedevo l'ora,era quello che aspettavo...Corro a rinfrescare la mia PM!

    RispondiElimina
  4. possa sapere in che modo si formano le ali e il corpo? A cosa si può paragonare come tecnica?

    grazie


    marco

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa, la proverò sicuramente!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Adriano, mi fa molto piacere vedere questa ricetta che ho imparato da voi l'anno scorso al corso nel Monferrato. Sto già rinfrescando quotidianamente il lievito madre per "colombificare" la settimana prossima. Un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  7. Grazia Arcidiacono22 marzo 2012 21:39

    sdis.....ci ha pensato a noi meschine povere catanesi.......e adesso mi ha messo in crisi! quale colomba (già sperimentate qualche settimana fà) Adriano 2008 adattata al lm, Teresio Leoncini o Adriano 2012 ....che mi pare usi meno farina del 2008??...........quale fare?

    RispondiElimina
  8. mamma mia che perfezione! una colomba spettacolare!

    RispondiElimina
  9. che lavoro stupendo, e la spiegazione passo passo perfetta. waw!

    RispondiElimina
  10. veramente dico:meravigliosa,un capolavoro!

    RispondiElimina
  11. Arrivi a fagiuolo!!!
    grazoe mille Adriano, sei sempre generoso!!
    un caro abbraccio

    RispondiElimina
  12. La porto come e la uso per fare la mia prima colomba...le tue ricette mi inspirano molto...complimenti
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
  13. Grazie per questa strepitosa ricetta, spiegata con precisione e generosità!
    Inutile dire che mi incuriosisce non poco!! :-)
    Cari saluti!

    RispondiElimina
  14. Una ricetta splendida! Il risulto molto buono! Non so se lo posso fare perche non capisco bene il lievito madre. E` fatto con solo farina e acqua?

    RispondiElimina
  15. Bellissima colomba! io ho un lievito madre liquido, potrei provare con quello?

    RispondiElimina
  16. Ciao Adriano scusami ,ma ci tenevo a farti vedere i miei croissants realizzati con la ricetta del corso.
    Ti ringrazio ,questo è il link:
    http://filonci.blogspot.it/2012/03/croissants.html
    Un cordiale saluto

    RispondiElimina
  17. Ciao Adriano, grazie per la ricetta....lo sai vero che ci proverò..un abbraccio grande grande Lucy

    RispondiElimina
  18. Adriano, un tuo parere: meglio questa colomba o questa http://profumodilievito.blogspot.com/2008/02/la-colomba.html ? (Sempre con l'utilizzo del lm). Grazie mille, buona giornata. Paola

    RispondiElimina
  19. Io ho acquistato la pasta madre essicata del Molino Rossetto che si presenta in forma granulare. Posso usare quella? Sulla confezione non ci sono indiciazioni particolari d'uso, ma è meglio farci una sorta di "rinfresco" prima di usarla?
    Grazie.

    RispondiElimina
  20. Grazie mille, Adriano. Aspetto tanto ogni ricetta tua. Eliabel

    RispondiElimina
  21. Grazie Adriano, un abbraccio :)
    Cat

    RispondiElimina
  22. Grazie Adriano!
    Ero già perso tra le varie ricette e non sapevo quale fare, ma poi non ho avuto dubbi...guarda un pò che ho combinato e dammi un sicero parere http://www.flickr.com/photos/da_lu/6875970184/in/photostream
    Non avendo potuto partecipare neanche quest'anno al corso sui lievitati pasquali(ormai mi manca solo questo..) ho arrangiato un pò la formatura, una l'ho provata a formare incrociando gli impasti come dici qui e l'altra ho spezzato e formato le ali pirlando ogni porzione,ma effettivamente viene una forma più agraziata incrociando gli impasti. Mi potresti dire invece secondo te come mai la glassa mi lascia parti scoperte e tende a staccarsi??Credo di eseguire alla lettera le tue indicazioni ma eviddentemente mi perdo qualcosa: la mescolo la sera e sta in frigo fino a mezz'oretta prima di guarnirle, ma quando provo a montarla rimane pesante e per nulla areata..
    Un caro saluto
    Daniel

    RispondiElimina
  23. Sono senza fiato! la tua colomba e' eccezionale! Io mi sono cimentata con il lievito di birra e un impasto meno ricco. E' venuta molto buona...ma adesso davvero sono tentata di provare le tue ricetta!! Ciao!

    RispondiElimina
  24. questa l'ho vista dal vivo! :D
    è stato un corso bellissimo! grazie!

    RispondiElimina
  25. Ciao Adriano! Che bello avere la "tua" ricetta della colomba con lievito madre. Ci daresti un consiglio su come posizionare gli spiedini per capovolgere la colomba senza drammi?
    Grazie! ...e complimenti, come sempre!
    Pacchiotta

    RispondiElimina
  26. La lievitazione naturale mi interessa sempre. Grazie Adriano.

    RispondiElimina
  27. Ciao Adriano,
    ho provato a fare la colomba, è venuta sofficissima ma siccome non ho messo i canditi mi sembrava che mancasse qualcosa. Mi piacerebbe mettere degli aromi al posto dei canditi che non gradisco. Quali aromi mi consigli di mettere nell'impasto per renderla più profumata? Grazie, un abbraccio.

    RispondiElimina
  28. che dire ....io una l'ho già fatta .... proverò a farne un altra con la tua ricetta .... complimenti è favolosa

    RispondiElimina
  29. Dire Fantastica è poco!!!
    MERAVGLIOSA!!!!
    Non cred che farò in tempo a preparala quest'anno, però me la segno per l'anno prossimo, o perchè no...per quando avro voglia :D

    una domanda...se volessi usare un lievito madre in forma liquida ( idratato al 100%) quanto ne dovrei usare secondo te?

    Grazie

    RispondiElimina
  30. Ciao Adriano grazie per questa bellissima ricetta. L'ho provata ed ho fatto una colomba da un Kg ed una da 750. Un successone!! Ho ricevuto complimenti e "ordinazioni" a non finire. Credo di aver capito che hai riequilibrato la ricetta nei corsi 2012. Attendo allora le varianti di quest'anno. Per mio conto aggiungerei un pizzico di sale in più e forse un po di zucchero nell'impasto. Ma è perfetta. Grazie ancora. Paola

    RispondiElimina
  31. Ciao Adriano....ho aspettato il fine settimana per poter provare...
    Ricetta fantastica....ha un gusto unico...mi è piaciuta ancora più dell'altra che avevo realizzato con il lievito di birra (naturalmente sempre la tua ricetta ).
    Meno male che ne ho cotta una per volta....sembrava che volesse uscire dal forno da sola ...si è gonfiata tantissimo...
    Come al solito però mi rimetto al tuo giudizio ed i suggerimenti per migliorare sono sempre bene accetti. Grazie infinite per la ricetta. Un abbraccio grande, Lucy.
    PS: ecco le foto http://www.flickr.com/photos/65465813@N08/7037867805/

    RispondiElimina
  32. Caro Adriano, G R A Z I E!!!!!
    http://lacuocadentro.blogspot.it/2012/04/la-colomba-di-adriano.html

    RispondiElimina
  33. avrei una domanda: ma l'emulsione preparata con burro e aromi deve essere messa in frigo il giorno prima di essere utilizzata?


    luca

    RispondiElimina
  34. le foto sembrano proprio quelle del blog di viva la focaccia...

    RispondiElimina
  35. Anonimo ..... spostati che sta arrivando uno strale!!!!

    RispondiElimina
  36. Ciao Adriano,fatta!!!Grazie ancora,è venuta uno spettacolo.
    http://www.latartarugaincucina.blogspot.it/2012/04/vola-colombaaaa.html

    RispondiElimina
  37. marco, è un po' difficile descrivere, si mette il tagli sotto e si mette in forza rincalzando da un lato con la punta delle dita, dall'altro con i pollici.

    anna, mi spetto di vedere meraviglie ;)

    grazia, paolaotto, provate questa ;)

    marcellina, si, ma va preparato qualche mese prima.

    melania, davvero belli, complimenti!

    anonimo, purtroppo la pasta madre essiccata non va bene.

    eliabel, cat, se la provate fatemi sapere ;

    daniel, ellapeppa che belle!
    Probabilmente la tua farina di mandorle è più asciutta e devi aggiungere poco albume. La consistenza deve essere filante, monta pochissimo.

    pacchiotta, vanno infilati paralleli dalla parte delle ali e molto vicini al fondo.

    loredana, puoi fare della pasta d'arancia con i canditi o aumentare le zeste.

    cranberry, più o meno la stessa quantità, riequilibrando però i liquidi.

    lucy, bellissima, specie la mollica, complimenti!

    assunta, che dire...semplicemente perfetta!

    luca, si, va poi riportata a temp. ambiente.

    anonimo, con le foto stai più inguaiato di me :)))

    spinarosa, bellissima, complimenti anche a te!

    Grazie a tutti gli altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,volevo chiederti se nella ricetta della colomba a fermentazione mista, devo farla riposare in frigo per dodici ore,dopo il primo impasto o dopo averlo fatto lievitare per qualche ora procedo con il secondo e poi metto a fermentare in frigo?grazie....

      Elimina
  38. Sto facendo i rinfreschi! Nei giorni scorsi ho fatto quella di Teresio, ti metto le foto nel relativo post appena la apro e posso farti vedere anche la fetta, ma ora sono curiosissima di provare questa! Devo dirti la verità, per me in tutta la preparazione della colomba il momento critico è il capovolgimento: la pasta appena sfornata è così soffice che quando le capovolgo le colombe lateralmente tendono a staccarsi dal pirottino e temo sempre che si spiaccichino per terra! Eppure le sforno quando la temperatura al cuore è giusta... Anche questa è così delicata oppure sbaglio qualcosa e hai consigli da darmi per evitare l'inconveniente? Grazie :)
    Cat

    RispondiElimina
  39. Ciao Adriano,sto facendo le colombe e vorrei sapere se,l'interno è a 96°,posso fare a meno di capovolgerle.
    Grazie Adriana

    RispondiElimina
  40. cat, vanno infilati due spiedini (possibilmente piatti)partendo dalle ali e paralleli tra di loro.
    Fai attenzione perchè un eccesso di glassa può infilarsi tra la pasta ed il pirottino e causarne il distacco.

    Adriana, vanno assolutamente capovolte.

    RispondiElimina
  41. Ciao Adriano,
    sono Maria,voglio complimentarmi per le meravigliose ricette che ci doni.
    Sono un'appassionata di lievitati e il tuo blog l'ho studiato da cima a fondo!
    Ho un lievito madre maturo e mi piacerebbe provare questa ricetta.
    Ho una domanda sulla formatura finale della colomba perchè è qui che cado.
    Per mettere in forza l'impasto spezzo in due parti una un pò più grossa dell'altra ed eseguo una pirlatura come per il panettone,faccio riposare una mezzoretta poi allungo effettuando una sorta di pirlatura per formare i cilindri allungandoli sul piano,però mentre effettuo questo movimento mi paiono sostenuti,poi li metto nei pirottini e si appiattiscono,infatti mi viene una colomba umida sofficissima profumata ma con alveoli piccoli quasi chiusi,
    Adriano scusa lo scritto lungo,mi è servito per spiegarmi bene.
    Vorrei mi venisse una colomba più alveolata come vedo dalla tua foto e come deve essere.
    Mi diresti se l'errore è nella formatura finale?
    Sbaglio a formare?
    Dammi delle dritte,se puoi.
    Ti ringrazio davvero tanto e ti auguro una pasqua serena.
    Maria.

    RispondiElimina
  42. maria, è spiegato nel procedimento: si pirla l'intera pezzatura, dopo 30' si pezza. si mette il taglio a contatto del piano di lavoro e si mette in forza rincalzando i lembi sotto.

    RispondiElimina
  43. grazie mille adriano. Purtroppo ho mancato il corso sui lievitati pasquali

    RispondiElimina
  44. Naturalmente ci hai azzeccato, il problema relativo al capovolgimento era dovuto alla glassa, era troppo liquida ed era colata lateralmente!
    Ecco la colomba fatta con la tua ricetta: http://imageshack.us/photo/my-images/4/colombadiadriano.jpg/#, purtroppo non posso farti vedere l'interno perché le ho regalate tutte, saprò come sono venute dai commenti degli amici :P
    Grazie ancora di tutto e tanti cari auguri di buona Pasqua! Un abbraccio
    Cat

    RispondiElimina
  45. Adriano, ti disturbo ancora sul blog per dirti che stamattina alla tradizionale colazione Pasquale, i parenti mi hanno divorato 2kg delle tue colombe, e all’unanimità l’hanno promossa “La Colomba” più buona di sempre, ed io concordo non ostante so bene di non aver eseguito alla perfezione la formatura.
    Ne approfitto per mostrarti la mollica: http://www.flickr.com/photos/da_lu/6911067378/in/photostream
    purtroppo non perfetta,nonostante il discreto sviluppo in cottura ha alveoli un pò minuti, e qualche bolla più grossa (dovuta a condensa di vapore?) ma quanto a sofficità,profumo e sapore dice la sua :)
    Un augurio sincero a te e alla tua famiglia di buona Pasqua.
    Daniel

    RispondiElimina
  46. Carissimo Adriano, innanzitutto complimenti e soprattutto grazie per condividere con noi i tuoi successi! Una domanda: il LM che avevo ricevuto al vostro corso ha fatto una brutta fine ( omicidio più che suicidio, confesso) per cui mi piacerebbe riadattare questa ricetta al lievito di birra ( ho giá fatto quella tua del 2008 ma questa mi ispira ancora di più) Come fare? Potrei fare una biga alla sera e tenerla a 18 gradi? Tipo con 40 acqua 70 farina 0,5 lievito ( totale 110 come il tuo LM?) e poi fare anche il lievitino come da te indicato Ti ringrazio molto...ho intenzione di continuar a colombificare oltre i tempi logici Aspettando i prossimi corsi...Claudia

    RispondiElimina
  47. Ciao Adriano e buona pasquetta a tutti! Ho provato mercoledì scorso la tua colomba con la mia pasta madre liquida ed è stato un successone! Una vera delizia e si scioglieva letteralmente in bocca (considera che l'ho fatta e lasciata nel sacchetto qualche giorno prima di assaggiarla)... ho fatto una dose e mezzo per fare due stampi da chilo, ne ho messa 150g (l'avevo resa molto attiva con una serie di pseudorinfreschi seguendo la procedura per il superpoolish del pasto nudo) e modificato leggermente i quantitativi di acqua e farina... ancora complimenti!!! Ah, la tua ricetta ha furoreggiato nell'ultima colombata di gruppo che abbiamo fatto nel gruppo facebook La pasta madre.

    Alessia

    RispondiElimina
  48. cat, mi sembrano venute molto bene.

    daniel, non male ma potevi ottenere una maggiore filatura. E' anche un filino avanti di cottura.

    claudi, si, è l'unica strada ma non consente lo stesso risultato. La biga va a 24 ore.

    alessia, mi fa piacere. Si può vedere da qualche parte?

    RispondiElimina
  49. Buongiorno Adriano, lo scorso venerdì ho cercato di fare la colomba con questa ricetta ma ho avuto dei problemi. Premetto che il lievito era stato rinfrescato più volte nei giorni precedenti ed era bello attivo. Il primo impasto è andato bene nel senso che era ben incordato ma una volta ripreso per il secondo ho notato che il contenitore della planetaria era troppo caldo ed infatti dopo averlo lavorato non ha più ripreso l'incordatura ed è rimasto un'ammasso appiccicoso, da buttare! Cosa può essere successo? Forse la luce del mio forno è troppo forte ed ha surriscaldato l'impasto?

    RispondiElimina
  50. Adriano, la glassa va usata tutta perchè viste le dosi mi sembra tanta.Grazie cioa Patrizia

    RispondiElimina
  51. Grazie Adriano, quello chè c'è di meraviglioso è soprattutto al tua disponibilità a condividere il tuo sapere. Ti chiedo una spiegazione, ho fatto le colombe con LM se cotte in una pirofila di vetro risultano sofficissime, perfette, se cotte nell'apposito stampo sono asciutte, compatte e con bollicine piccolissime,come risolvere il problema? grazie 1000

    RispondiElimina
  52. Volevo ringraziarti per questa super ricetta spiegata alla perfezione nei particolari! Ho fatto 2 colombe da 1 kg e devo dire che non ho avuto alcun problema... solo la glassa mi era venuta un po' troppo liquida (ma me ne sono accorta solo al momento di metterla sulle colombe e quindi non ho potuto rimediare in corsa), quindi ne ho messa poca. Che dire: d'ora in poi questa è LA colomba.
    Grazie mille!!!!!!!!!

    Lella

    RispondiElimina
  53. Giuro che avevo firmato... Sono Raffaella. Grazie ancora della ricetta.

    RispondiElimina
  54. tania, probabilmente si, ma era caldo all'inizio della lavorazione?

    patrizia, con la dose ci si coprono 4 colombe.

    anonimo, probabilmente devi ridurre la temperatura del forno.

    lella, grazie a te. La quantità di albumi è indicativa, dipende dall'assorbimento delle mandorle, deve risultare colante ma non liquida.

    RispondiElimina
  55. Dopo la prima lavorazione ho messo nel forno freddo l'impasto ed ho acceso la luce.Al mattino quando l'ho ripreso per la seconda lavorazione era caldo.

    RispondiElimina
  56. Ciao Adriano, ho voluto provare a fare la tua colomba perchè ha il solo LM. Purtroppo è venuta quasi liquida eppure l'ho lavorata lentamente cercando di non rovinare la maglia, il primo impasto era perfetto, il secondo troppo liiquido, uova e burro erano sui 17° e non ho messo i 30 g di acqua. Eppure un disastro, mi puoi indicare il peso esatto di uova e tuorli, forse le mie erano uova troppo grandi o forse ho sbagliato qualcosa! mi aiuti a capire per cortesia. Grazie molte, ciao da Beatrice.

    RispondiElimina
  57. ciao adriano sono patty è da un pò che ti lascio in pace con le domande ma finalmente mi è statoa regalata la pasta madre che curo come un figlio anche se in ritardo vorrei fare la colmba a lievitazione naturale , ma quando parli di pasta madre rinfrescato 3 volte cosa significa nella stessa giornata o divisa in 3 giorni' Ti ringrazio e a presto

    RispondiElimina
  58. Come sempre Adriano, la tua spiegazione è perfetta, proprio passo passo, e la cosa meravigliosa è che sei sempre pronto a rispondere a tutti!
    Grazie!
    Io ho provato a fare la mia prima colomba a lievitazione naturale.
    Probabilmente non avevo rinfrescato abbastanza il lievito e non è andata "benissimo".
    Adesso la pasqua è passata, ma io pensavo di riprovare di nuovo!!!
    Sono testarda!!!
    E questa volta proverò la tua spiegazione e la tua ricetta!
    Grazie di esserci!!!

    nasinasi!

    RispondiElimina
  59. Buongiorno, Adriano, vorrei sapere qual è la durata di conservazione di questa veneziana. Le uova intere possono incidere negativamente a questa fine?

    Saluti dall'Argentina!

    Damian

    RispondiElimina
  60. tania, il primo impasto non dovrebbe eccedere i 28°.

    beatrice, probebilmente dipende dalla velocità troppo bassa ;)

    patty, nella stessa giornata. Va rinfrescata non appena arriva a maturazione.

    miciapallina, il LM deve essere bene in forza, altrimenti conviene fare una fermentazione mista.

    damian, con solo lievito madre, dura un mesetto. Le uova intere sono solo 2, incidono poco.

    RispondiElimina
  61. I love this cake! Absolutely amazing! Have never baked it myself yet, but I will try!

    RispondiElimina
  62. Ciao ho fatto la colomba, ho fatto pure quella di Teresio Leoncini, a tutte è due è successo lo stesso inconveniente: appena le sforno e le capovolgo si stacca la glassatura e cade. Devo farle raffreddare prima?
    Grazie Terenzio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente ne metti troppa o è troppo soda. Vanno capovolte non appena sfornate.

      Elimina
  63. Questa ricetta l'ho cercata da molto tempo e meno male che l'ho trovata,si avvicina la pasqua e vorrei farla(al posto di comprarla) per quella occasione .La ricetta mi la copio subito.Un abbraccio

    RispondiElimina
  64. Ciao Adriano sono Tiziana ho fatto la colomba ma la glassa in cottura si è alzata dalla pasta da cosa dipende? Grazie mille per la spiegazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glassa troppo densa o scarsa pelle.

      Elimina
  65. Ciao Adriano, ho fatto la colomba con la PM ed è venuta eccezionale!Mi hanno detto che non ne hanno mai mangiato una così buona.
    Devo dire però che, siccome il primo impasto ha avuto bisogno di quasi 18 ore per lievitare, tanto che avevo pensato di aggiungere un po' di lievito da dolci e fare una torta, nel secondo impasto ho aggiunto 0,75g di lievito di birra per aiutare la lievitazione. Pensi che questo poco lievito abbia cambiato tanto il gusto che avrebbe avuto la colomba se l'avessi fatta solo con la PM? Spero di no.
    Ciao e grazie Adriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, con una dose di ldb così ridotta, la differenza è appena percettibile.

      Elimina
  66. Ciao Adriano, nel caso in cui insieme al LM aggiungessi anche il poolish con il ldb, dopo le 12 ore di lievitazione in frigo l’impasto va riportato a T ambiente prima del secondo impasto giusto? Grazie mille :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica deve lievitare in frigo...
      Per triplicare il volume ci mette ca. 5 ore a 26°.

      Elimina
  67. Ciao Adriano
    vorrei provare a fare la tua colomba, ho trovato la farina Rieper gialla di cui avevo sentito meraviglie ma che non avevo mai provato, secondo te va bene per questa ricetta?
    Grazie
    Mariangela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariangela, non sono Adriano, ma Adriana; mi sono permessa di risponderti perché so che Adriano in questo periodo non sempre ha il tempo materiale di rispondere.
      Adriano mi ha detto(ho fatto il suo corso due anni fa sui lievitati pasquali)che la Rieper gialla è ottima per colombe, panettoni e pandoro, da sola, senza aggiunte.
      Io la uso normalmente, visto che ora la trovo anche all'Interspar a Vicenza, e ho avuto ottimi risultati con tutti i grandi lievitati.
      Spero di non essere stata troppo invadente nel risponderti.
      Ciao adriana

      Elimina
    2. Grazie mille Adriana allora proverò con la Rieper Gialla!
      Oggi ho cominciato la settimana di rinfreschi quotidiani poi parto con la colomba!
      Buona Pasqua
      Mariangela

      Elimina
  68. Ciao Adriano, ho seguito il tuo corso sui lievitati natalizi e con i panettoni tutto apposto, ho fatto la colomba, squisita ma appena la capovolgo la glassa mi si stacca, da che cosa dipende? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sopra, troppa glassa o troppo densa.

      Elimina
  69. Ciao Adriano, innanzitutto complimenti per il tuo blog ben fatto e molto interessante e per le magnifiche ricette che posti: sei davvero bravissimo!!!
    Vorrei tentare la tua colomba con la mia pasta madre sperando mi riesca vista l'età giovane della pm. E volevo chiederti che stampo devo usare x queste colombe con le tue dosi? 2 stampi da 1kg vanno bene o devo usarli più piccoli? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è scritto: 3 da 500gr o 2 da 750gr.

      Elimina
  70. Ciao Adriano
    ho fatto la tua colomba, ho seguito tutti i tuoi passaggi spiegati benissimo fra l'altro, è venuta SPETTACOLARE, mai mangiata una colomba cosi buona
    Unica pecca è stata la glassa che, sebbene ho seguito le tue istruzioni mi è venuta un po piu' liquidina della tua e si è un po staccata dalla colomba,
    ma era buonissima anche la glassa

    mi spieghi per favore come devo fare per evitare questa cosa

    Grazie
    Grazie
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va regolata la quantità di albume a seconda dell'assorbimento della farina: tieni indietro un 10% ed aggiungila fino a consistenza quasi filante.

      Elimina
  71. ciao Adriano.. vorrei sapere, io ho il LM , in forma liquida.. come posso adattara la tua ricetta per il mio LICOLI... grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanno ribilanciati acqua e farina, a deconda dell'idratazione del tuo LM.

      Elimina
  72. Ciao, proveremo a preparare questa colomba in occasione della prossima pasqua.. complimenti!! Giusi (http://www.giuliamaria.it/)

    RispondiElimina
  73. posso azzardare l'impasto con la macchina del pane?

    RispondiElimina
  74. Buongiorno Adriano. Ho una domanda forse un po' sciocca.
    Quando dici di rinfrescare il LM con la farina prevista nella ricetta, intendi che devo usare 355gr. di farina per il rinfresco e altri 355 per l'impasto oppure quei 355gr devono servire sia per il rinfresco che per l'impasto?
    Grazie infinite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, personalmente immagino si riferisca al Tipo di farina

      Elimina
    2. La farina non va sottratta a quella dell'impasto.

      Elimina
  75. Ciao Adriano,
    Dopo il corso al Conio ho provato la colomba. Quasi bene, il difetto che ho riscontrato e' che i due pezzi, ali e corpo, non si sono saldati perfettamente, cioè dopo la cottura in alcuni punti si vede la separazione . Può essere che la formatura non è stata fatta bene? Anche la filatura non bella come la tua...
    Grazie, ciao
    Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto di saldatura con le ali spesso si intravede, specie se la glassa è troppo liquida.

      Elimina
  76. Buongiorno Adriano, ho provato questa ricetta per la colomba ma ho dovuto buttare tutto.
    Il primo impasto era perfetto, ha fatto il velo, la maglia glutinica eccezionale tant'è che ho faticato parecchio ad estrarre l'impasto da un impastatrice a spirale con vasca fissa, messo in forno con la solita lampadina è triplicato in 12 ore come da manuale!!! eseguito tutti i passaggi e pesata al grammo l'acqua e aggiunto L'uovo intero e i tuorli (non sarebbe meglio avere la grammatura forse le mie uova erano troppo grandi anche se nel primo impasto erano andate bene) ma l'impasto non ne voleva sapere di incordarsi ho aggiunto altra farina forte per provare a riprenderlo ma non cè stato niente da fare, ho letto che anche Tania ha avuto lo stesso problema le premetto che il primo impasto non era caldo. Cosa può essere successo?? Grazie anticipatamente delle risposta Romana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la spirale va messa tulla la farina all'inizio del secondo impasto.

      Elimina
  77. Ciao Adriano,
    queste dosi che indichi, per che formato di stampo sono adatte?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, mi pare di aver letto che con queste dosi si possono fare o due colombe da 750g o tre colombe da 500g o una da 1 kg e una da 500g io fino ad ora ho fatto due colombe con stampo da 750g e vengono bellissime!!! Etta

      Elimina
  78. Ciao,volevo chiederti se nella ricetta della colomba a fermentazione mista,devo fare riposare l'impasto nel frigo per dodici ore,dopo il primo impasto ed aver messo il lievitino,o dopo averlo fatto lievitare per qualche ora,procedo con il secondo e poi metto a fermentare in frigo?grazie....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo impasto va fatto fermentare a 26°, è l'impasto finito che va farro maturare in frigo.

      Elimina
    2. Grazie per la tua risposta.ho preparato la colomba seguendo perfettamente la tua ricetta ed è venuta........buonissima e bellissima.grazie anche perchè hai l'umiltà di condividere il tui sapere con gli altri.....arricchendolo e a sua volta migliorandolo.non è da tutti e l' essere speciali e diversi consiste anche in questo.a presto e grazie.......

      Elimina
    3. Troppo buona, ti ringrazio.

      Elimina
  79. Buongiorno, ho fatto già due volte questa ricetta il sapore ed il profumo sono eccezionali vorrei dire che sono anche più che triplicate nella lievitazione ma non sono soffici, lievitano nei tempi previsti, per cui penso che il mio lievito seppur relativamente giovane sia sufficientemente maturo, non ho mai incordato un lievitato dolce come da quando seguo alla lettera le sue istruzioni alla fine della lavorazione l'impasto è lucido, setoso. Uso una manitoba del mulino Chiavazza che con altri lievitati dolci a base di lievito di birra mi da delle brioche di incredibile leggerezza ma non ne conosco il W tuttavia quanto ad assorbimento dei liquidi non ha richiesto nessuna correzione. Mi aiuterebbe a capire dove sbaglio?
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La farina che utilizzi è poco adatta per i grandi lievitati.

      Elimina
  80. Ciao Adriano, ho rifatto questa ricetta col mio lievito madre, ho usato farina 0 per il primo impasto e farina integrale nel secondo.
    Il risultato è stato SPETTACOLARE!! una morbidezza unica, incredibile e buonissimo!
    Grazie dei consigli e delle stupende ricette!!!
    domani o dopodomani la pubblico sul mio blog, poi ti mando il link se vuoi vederla! ah, considera che non ho la planetaria e ho fatto tutto col mio vecchio robot da cucina col gancio montato!!
    Francy

    RispondiElimina
  81. Ciao Adriano, alla fine l'ho fatta usando solo il LM e nonostante abbia sbagliato al dimensione dello stampo è venuta sofficissima e stra buona
    http://www.notedicioccolato.blogspot.it/2013/03/di-lampadine-trepidazioni-e.html
    Grazie per le ricette sempre dettagliatissime e auguri di buona Pasqua

    RispondiElimina
  82. mi sono affidata a questa ricetta apportando delle piccolissime modifiche, sono febbricitante ma intanto le faccio tanti complimenti perché la sua, tra le tante, è la ricetta che più mi ha ispirata. Grazie

    RispondiElimina
  83. fatta...questo è il nostro primo tentativo: http://www.giuliamaria.it/blog/2013/03/29/colomba-pasquale-tradizionale/

    RispondiElimina
  84. Grazie per averla provata. C'è da lavorare sull'incordatura e sulla formatura.

    RispondiElimina
  85. Complimenti per la ricetta, purtroppo a casa mia sono stati banditi uova e burro per problemi di colesterolo, ho quindi modificato la ricetta per eliminare tali ingredienti, tranne gli albumi nella glassa. Il risultato è molto soddisfacente (anche se non è una vera colomba): http://casalingartigiana.blogspot.it/2013/03/colomba-pasquale-senza-colesterolo_30.html

    Grazie per l'ottima ricetta di partenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco, niente male, viste le sostituzioni. Avresti potuto ottenere una maggiore apertura della mollica inserendo poca lecitina di soia o girasole, nei due impasti.

      Elimina
  86. L'altro ieri ho fatto 2 colombe di 'test' e oggi altre 2. Il risultato è stato superbo. In quelle di oggi ho usato canditi fatti da me e devo dire che non c'è paragone con quelli reperibili in negozio. Ho usato il licoli e ho anche messo un piccolissima aggiunta di lievito secco (2 grammi).
    Le istruzioni così precise e dettagliate sono state fantastiche e ringrazio Adriano per la sua opera di divulgatore.
    L'unico problema che ho riscontrato è che gonfiandosi la colomba 'spacca' la glassatura e esteticamente è meno valida.
    Il sapore tuttavia è incredibilmente buono.
    Grazie Adriano e Buona Pasqua.
    G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gipor, la glassa deve spaccare in più punti, altrimenti lo fa solo nella parte superiore. E' necessario che abbia la giusta consistenza.

      Elimina
  87. Gentilissimo Adriano, dopo il grande successo del panettone ho provato questa ricetta con un risultato strepitoso. Meravigliosa ricetta, sapore spettacolare delle colombe... Anche se era la mia prima volta sono rimasta estasiata dal risultato! Anche il mio giovane lievio madre (2 mesi ) si e' comportato benissimo! Allego le foo delle mie 3 colombe da oltre 1 kg ciascuna! Grazie infinite x la splendida ricetta e per la minuziosa spiegazione!!! Raffaella z.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il link per le foto delle mie colombe. Grazie ancora Sig. Adriano! http://imageshack.us/photo/my-images/7/imageckx.jpg/

      Elimina
    2. Raffaella, davvero bella, complimenti!

      Elimina
    3. Grazie mille Sig. adriano! Le ho rifatte a grande richiesta e sono venute ancora meglio! Le sto facendo molta pubblicita al sito.. E' il migliore! Ed io spero di avere la fortuna di frequentare uno dei suoi corsi prima o poi!
      Le allego foto della seconda "colombata". Un piccolo modesto suggerimento da parte mia: stavolta la glassa mi e' venuta perfetta con le sue dosi, ma non ho usato la faina di mandorle, bensi ho tritato le mandorle pelate nel mixer. Appena frullate, ho aggiunto lo zucchero semolato e ho tritato ancora x qualche secondo. La glassa era molto piu' filante e profumata della precedente fatta con farina di mandorle in pacchetto. Inoltre ho speso 1/3!
      Foto: http://imageshack.us/g/1/10085718/

      Elimina
  88. Ciao Adriano, auguri di buone feste e grazie di cuore per tutto ciò che condividi con noi.
    Per il secondo anno ho realizzato le tue colombe a fermentazione naturale: sono venute bene, belle, soffici e buone ecc.. ma con un difetto di cui vorrei capire l'origine: la struttura della pasta è più simile ad un pandoro che ad una colomba, troppo regolare, gli alveoli sono piccini piccini ed è completamente assente quell'effetto di "filamento" nella tessitura dell'interno - dove non sono arrivato io mi rimetto alla tua capacità di comprendere oltre le mie parole. La mia domanda è: quali sono i fattori che concorrono all'ottenimento di una struttura corretta? Alveoli irregolari e grossi, effetto stracciato, ecc...?
    Tra le cose salienti della mia lavorazione ne ho ripensate due: ho fatto maturare il PRIMO impasto per tutta la notte all'aperto e ci è voluto poi dalla mattina alla mattina successiva perché quadruplicasse di volume. Avrà patito il fresco? Il mio dubbio va invece alle farine: ho usato un mix 50/50 tra una manitoba biologica ABC (riporta 15% di proteine...) e una manitoba Perteghella consigliatami dove ho comprato gli stampi.
    A presto e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, la mollica 'a fiocco' si ottiene rispettando scrupolosamente tutte le fasi: il primo impasto deve tripicare (1+2) non quadruplicare il volume e la temperatura ideale è di 26°. Miscelando le farine, spesso si ottengono mix sbilanciati, sarebbe stato meglio utilizzare solo una delle due. Chiaramente concorrono tutte le altre fasi, dall'impasto ad una buona formatura.

      Elimina
    2. Scusami per il ritardo nella risposta: grazie per i preziosi consigli!

      Elimina
  89. colomba buonissima sofficissima l'interno sembrava una nuvola.l'unica differenza dalla tua é che io ho messo 3 grammi in più di sale.mi ha pienamente soddisfatto non la cambierò più.

    RispondiElimina
  90. Prima di tutto Buona Pasqua a tutti!!!
    È stato il terzo week end che ho dedicato alla preparazione delle colombe e ancora raccolgo complimenti.
    Per questo li giro a chi ne è stato l' autore!!!
    COMPLIMENTI sig. Adriano
    M. Antonietta

    RispondiElimina
  91. ciao Adriano,soddisfatta dei risultati ottenuti con il panettone dopo il corso seguito a padova,non potevo non tentare con le colombe...ero timorosa che il lievito madre mi facessi scherzi...invece, lasciandogli parecchie ore a disposizione(una notte!!!) ho ottenuto delle soffici,profumate,scioglievoli colombe! le più buone mai mangiate.piaciute a tutti i commensali. :-)
    che bella soddisfazione! grazie di cuore per questa ricetta e le tue spiegazioni chiare e precise! penso proprio resterà la ricetta di riferimento per gli anni futuri!!!
    unico problema...difficoltà ad incordare il secondo impasto,non sono riuscita ad ottenere una massa bella aggrappata al gancio.in questi casi,devo continuare a impastare e impastare?ho continuato a lungo ma mi pareva che la massa si stesse scaldando troppo...e il secondo impasto va fatto utilizzando da subito il gancio?
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleonora, si, il gancio da subito, tenendo presente le fasi critiche (acqua all'inizio seguita tempestivamente dalla farina e attenzione nell'inserimento dell'emulsione).

      Elimina
    2. grazie per la tua risposta...starò più attenta a queste fasi quando rifarò la colomba.forse ormai il prossimo anno però. :-)
      e comunque, nonostante qualche difficoltà, come ti ho già scritto il risultato è comunque veramente ottimo! chi l'ha assaggiata è stato concorde nel dire che è la più buona che abbiano mangiato!
      grazie di tutto!!!!!!!!
      (ho imparato molto al vostro corso a dicembre a padova...ora vi aspetto per il pane...)
      ciao!

      Elimina
  92. hai provato al secondo impasto ,incordarlo solo con la foglia? viene benissimo.

    RispondiElimina
  93. grazie della risposta, molto gentile.
    ho fatto le colombe due volte.la prima volta usando subito il gancio, come indicato nella ricetta.ma non ho incordato bene.
    la seconda volta ho fatto così:alcuni tuorli previsti nel secondo impasto li ho anticipati al primo(che incorda benissimo) per averne meno da inserire al secondo, e per il secondo ho usato foglia all'inizio e gancio dopo aver inserito l'emulsione.
    però non raggiungevo mai il momento fatidico, in cui tutta la massa era ben aggrappata al gancio!
    :-(
    però la colomba è svenuta strepitosa!!! :-)
    magari non ho l'occhio tecnico per valutare l'alveolatura. ma è comunque soffice, profumata, scioglievole, digeribilissima. ma comunque mi scoccia non incordare!!! :-)

    RispondiElimina
  94. ehm..."venuta strepitosa" non "svenuta strepitosa"!!! :-)

    RispondiElimina
  95. Ciao Adriano, mi è successa una cosa stranissima:la mia PM ha circa 6-7 mesi(non l'ho fatta io, me l'ha regalata un pasticcere), a Natale, anche se abbastanza giovane ho provato a fare il panettone, non lievitatissimo , ma nel complesso abbastanza bene
    A fine febbraio ho provato a fare la colomba, straordinaria. La settimana di Pasqua ho cominciato a fare le colombe: un disastro, la pasta aveva un gusto stranissimo, non l'acido solito della PM, veramente cattivo. Ho provato a cuocerle, ma ho dovuto buttare tutto.
    La PM l'avevo rinfrescata come al solito per 7 giorni, con la farina W400. e 3 volte il giorno prima di fare l'impasto, quindi niente di diverso delle altre volte.
    Quando però ho fatto il rinfresco della PM che avevo tenuta da parte in frigo, nel vaso c'era una specie di liquido e la pasta era molliccia, completamente diversa dal solito.
    E' possibile che la PM possa andare a male? Oppure cosa può essere successo?
    Spero che tu possa capire dove posso aver sbagliato, perchè non so più cosa fare.
    Grazie e ciao Adriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana, a breve scrivo un post sul mantenimento della pasta madre, probabile ci siano degli errori.

      Elimina
    2. ciao, aspetto anche io il post sul lievito madre!
      il mio non è preso malissimo...è riuscito a far crescere le mie colombe e sono venute mooolto buone.
      però è lento (hanno lievitato una notte intera) e quando faccio il pane il risultato non è tanto soddisfacente..percepisco l'acido è il pane che ottengo mi pare di consistenza un po' gommosa...
      quindi oltre al post, aspetto pure che passiate in veneto con un corso sul pane!!!!!!

      :-)
      a presto

      Elimina
  96. Pasqua è passata, ma la mia caparbietà è sempre quì....
    Le avevo scritto che avevo dovuto buttare tutto l'impasto e lei gentilmente mi ha risposto dicendomi come dovevo fare, ho trovato anche la farina giusta e così ho riprovato e la colomba è venuta veramente squisita. Comunque spero che faccia un corso a Bologna o vicinanze in modo da poter vedere le lavorazioni di questi impasti un po complessi. Grazie Romana.

    RispondiElimina
  97. Carissimo Adriano innanzitutto grazie per il Suo blog e per le ricette strepitose garantite al 100%; peccato che in Calabria non siete ancora arrivati con i corsi.... sarebbe un onore conoscere Lei e Paoletta. c'è solo un passaggio che non ho capito: se si utilizza il lievitino bisogna far riposare in frigo 12 e poi una volta fuori dal frigo quanto bisogna aspettare per partire con il secondo impasto??? Si vede che sono proprio ignorante in materie eh???? Grazie in anticipo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia, tutto a temp. ambiente fino alla fine del secondo impasto. 30' di riposo, poi in frigo fino al giorno dopo. Tiri fuori dal frigo, aspetti un'oretta, poi prosegui con la formatura.

      Elimina
    2. Aaaah ok grazie infinite!!!! Sono davvero ammirata dalla disponibilità con cui condividete il Vs sapere .... Grazie!!!

      Elimina
  98. Buongiorno Maestro,
    la colomba è volata più di una volta grazie a te e Paoletta.
    Ho seguito però la lievitazione mista, sicuramente più consona ai miei impegni.
    Mi autorizzi a postare la vostra colomba nel mio blog inserendo anche qualche appunto che ho preso al corso e la descrizione della pirlatura?? Inoltre, posso inserire un video, quando avrò tempo di registrarlo, sulla pirlatura e sulla formatura della colomba stessa?
    Attendo tue
    Grazie
    Un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  99. Bellissima ricetta!!Provata, peccato non averla resa al meglio per mancanza della farina adeguata!

    RispondiElimina
  100. oggi ho fatto la tua colomba aggiungendo 180 grammi di tang zong per dare più sofficità.il risultato è stato splendido,nei miei 66 anni non ho mai assaggiato una colomba cosi.da rifare assolutamente!!!!!!

    RispondiElimina
  101. ho fatto anche queste tue colombe e devo dire che le tue ricette mi riescono sempre, sei molto preciso e leggere le tue spiegazione è un compito facile, alle volte certe ricette mettono un po' di timore.
    Siccome ho un blog ho pubblicato la tua ricetta , con il tuo link .
    http://antonella-lacasettadicioccolato.blogspot.it/2014/04/colomba-pasquale-con-pasta-madre.html
    Grazie e continuero' a seguirti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non male, ma l'impasto dovrebbe essere un po' più incordato.

      Elimina
  102. E' la ricetta più completa ed esauriente che ho trovato: invita a provarla ed io lo farò! Grazie

    RispondiElimina
  103. Ciao Adriano, ho fatto il corso a Roma lo scorso marzo, sabato ho provato a fare la colomba tutta con lievito madre... ancora non l'ho assaggiata ma intanto avrei due quesiti. Il primo riguarda la pezzatura, sull'opuscolo c'è scritto che si otteneva circa 1, 5 kg di impasto e quindi mi aspettavo di poter riempire due forme da 750, ma ne ho riempita una sola. Il secondo quesito riguarda la glassa... ho rispettato tutte le dosi e le istruzioni ma non è venuta molto compatta, come devo fare per addensarla di più? Ti rinnovo i complimenti e anche a Paoletta per il corso, ho imparato un sacco di cose... ah mi viene in mente un altro quesito, ho un forno statico e mettendo la temperatura descritta è venuta un po' bruciacchiata da un lato, quindi ti chiedo: posso metterci, dopo la prima mezzora di cottura, un foglio di alluminio per coprirla? O cosa suggerisci? Grazie per l'attenzione, ciao
    Maria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai pesato bene tutti gli ingredienti e no hai perso impasto durante la lavorazione, dovrebbero essere a. 1.4kg a fine lavorazione.
      Per la glassa, come detto al corso, va tenuto indietro un po' d'albume e aggiunto lentamente fino a giusta consistenza.

      Il forno non puoi aprirlo fino a fine cottura, magari riduci leggermente la t. di infornata.

      Elimina
  104. Ciao Adriano le tue ricette sono sempre perfette in tutti i dettagli e nelle spiegazioni anche per una principiante come me, vorrei chiederti se al posto del lievito madre che purtroppo non ho posso sostituirlo con del lievito di birra e in che dosi inoltre ho comprato del lievito naturale da pasta madre essiccato e pronto per l'uso potrebbe essere un' altra alternativa?Grazie per la pazienza e tutte le spiegazioni che ci dai un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matilde, su blog c'è anche una ricetta con il lievito di birra.

      Elimina
  105. Grazieeeeeeee sei un GRANDE per la tua Disponibilità ,Professionalità, le tue ricette e i tuoi consigli sono una GARANZIA Un provetto panificatore Agostino

    RispondiElimina
  106. Mi sto approcciando x la prima volta a questo tipo di dolce e, anche se sono un'appasionata di lievitati, sono un po' terrorizzata dall'uso del L.M. Comprerò domattina il L.M. dal mio fornaio (non ho avuto il tempo di farlo) e mi ha detto che stasera lo rinfrescavano. In questo caso devo sempre rinrescarlo anch'io per 3 volte prima di inziare la preparazione dell'impasto della colomba?
    Grazie per tutti i preziosi suggerimenti che mi darai e complimenti davvero per questo blog interessantissimo!

    RispondiElimina
  107. Ciao Adriano siamo Angela e Bianca, figlia e mamma. Dopo vari tentativi in cui le mie colombe si sono suicidate, finalmente con la tua ricetta sono nate e subito morte... ma questa volta allegramente nello stomaco di mamma... Fantastica la ricetta e fantastico il tuo sito.
    Buona pasqua dal vomero alto

    RispondiElimina
  108. Ciao Adriano,
    Ho provato a realizzare per la prima volta la ricetta con l'LM preso al corso di panettone e ancora in formissima. A giudicare da come le hanno sbranate, le colombe sono riuscite bene. L'unico problema è che adesso comprare i prodotti di supermercato è impossibile, e ci sono anche amici e parenti che chiedono la produzione senza rendersi conto che non è come preparare il thè :) soprattutto perché impastatrice e forno non permettono più di un paio di kg di impasto.
    Un unico dubbio sulle pezzature, facendo la somma degli ingredienti e calcolando 36g per un albume e 16 per un tuorlo vengono oltre 2Kg di impasto ed infatti in due forme da 1Kg vengono riempite alla perfezione.
    Ti allego un link alla galleria, dammi il tuo giudizio.
    http://s762.photobucket.com/user/Scheggiaimpazzita/library/2014%2004%20Colomba
    Un abbraccio e ringraziamento grandissimi
    Simone
    P.s. Quando lo fate il corso di Pandoro tu & Paoletta? :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simone, un po' troppo zucchero a velo per i miei gusti, ma la mollica è bella. Complimenti!

      Il pandoro è una brutta bestia, vediamo...

      Elimina
  109. Ho preparato la colomba seguendo la ricetta ed il risultato è stato praticamente PERFETTO! Grazie

    RispondiElimina
  110. Excellent blog you have here.. It's difficult to find high-quality writing like yours nowadays.

    I truly appreciate people like you! Take care!!

    My web blog - lekcje wloskiego jane krakowski, www.quora.com,

    RispondiElimina