giovedì 20 dicembre 2007

tarte al limone



E' deliziosa e rapida, se si ha, come me, la frolla in freezer, si fa in un lampo
Ingredienti:
pasta frolla 400gr
180gr uova intere (ca. 3 grandi)
125gr zucchero
100gr panna fresca
50gr succo di limone
zeste di un limone non trattato
un pizzico di sale

Rivestiamo con la frolla uno stampo da 28cm, rinforziamo il bordo e cuociamo in bianco (160 - 170°) per 10' con carta forno e riso. Togliamo questi ultimi, pennelliamo il guscio con albume e rimettiamo in forno altri 10'

Nel frattempo che la frolla cuoce, mescoliamo, senza montare, le uova con lo zucchero (polverizzato nel macinacaffè con le zeste del limone), aggiungiamo il succo di limone , il sale ed infine la panna. Battiamo leggermente il recipiente per eliminare eventuali bolle d'aria, versiamo nel guscio e rimettiamo nel forno.

Riduciamo la temperatura a 120° e lasciamo cuocere fino a che non rapprende leggermente (circa 30'). E' importante non superare il punto di cottura, se scuotendo lo stampo la crema non scorre ma è ancora tremolante, è pronta. Dovrà avere una consistenza un pò più morbida di una creme brulée.
.

45 commenti:

  1. Io sono una pasta frolla-dipendente ma non ho mai provato questa delizia! Perché?? Salvata, la proverò di sicuro nei monostampi da crostatina! Cat

    RispondiElimina
  2. Cat, fai attenzione perchè con gli stampi piccoli è più difficile rendersi conto di quando la crema è cotta, e si supera facilmente la cottura, che è importantissima.

    RispondiElimina
  3. Ciao, io ho sempre fatto questo dolce senza la panna ma con succo di limone, così:

    Limoni 4
    Zucchero 350 gr
    Uova 6
    Burro 125 gr

    Solo che bisogna fare una frolla veramente poco dolce altrimenti stomaca.

    Tu hai provato anche questa? Quale è migliore?

    (sono tuCoque su gennarino).

    RispondiElimina
  4. Uelà kok:)))benvenuto!
    No, non l'ho mai fatta, ma non trovi che ci sia troppo zucchero?
    Questa qui ad occhio credo che sia profondamente diversa ed un pò più leggerina quanto a zucchero e grassi;-)
    Grazie per la visita.

    RispondiElimina
  5. Ho provato ha fare il tuo dolce intreccio... ma è stato 1 piccolo disatro non è venuta bella gonfia!!!uffi ... mi devo allenare per Natale ...

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace, l'importante, però, è riuscire ad individuarne il motivo;-)

    RispondiElimina
  7. Grazie del consiglio, Adriano! Allora proverò con lo stampo grande :) Cat

    RispondiElimina
  8. ...è sempre di grande successo tutte le volte che la offro ai miei ospiti...leggera e ben equilibrata,si gusta piacevolmente
    a fine pasto!
    aggiungo "come motivo decorativo",delle fette di limone semicandite!!!

    RispondiElimina
  9. Ross, le ho viste e fanno figura, oltre al fatto che saranno buonissime;-)devo vincere la pigrizia e provarci anch'io.

    RispondiElimina
  10. L'ho fatta quest'estate: è buonissima.
    L'ho trovata ancora più buona l'indomani.
    enza

    RispondiElimina
  11. ciao mitico! buon Natale, cat

    RispondiElimina
  12. Ciao Adriano
    buon Natale

    RispondiElimina
  13. Cat, Lino, tanti auguri anche a voi!

    RispondiElimina
  14. Tanti cari Auguri di Buon Natale!
    (anche se non commento spesso, ti leggo sempre in ossequioso ed estasiato silenzio!! :-)))

    Auguri!!!

    Grazia

    RispondiElimina
  15. Bella questa tarte, ho sempre tanti limoni di mio padre, la proverò. :-)))

    RispondiElimina
  16. Grazia, sono spesso anch'io sul tuo blog. Auguri

    Daniela, beata te, io sono sempre a caccia di limoni non trattati.

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. oltre ai complimenti, ti faccio gli auguri!

    RispondiElimina
  19. Grazie Adriano, letta ieri pomeriggio e fatta ieri sera per ospiti è stata mangiata tutta!!
    Avevo preparato una cena leggera, ma alla tua tarte non sono riuscita a resistere.

    Grazie e tantissimi auguri,
    B

    RispondiElimina
  20. Barbe, mi fa piacere che sia stata di tuo gradimento.

    RispondiElimina
  21. questa me la sono segnata, per provarla nella variante arance.

    Francesca

    RispondiElimina
  22. Francesca, se la fai fammi sapere, che provo anch'io;-)

    RispondiElimina
  23. ciao Adriano.
    con la nascita di Matteo non ho più molto tempo da dedicare alla cucina, ma un giro sul tuo blog appena posso lo faccio volentieri.
    Proprio iri avevo a pranzo dei parenti e ricordando una bella palla della tua pasta frolla perfetta nel feezer mi sono attrezzata per tempo per fare la tua tarte al limone.
    Be', che dire? Una bontà unica, mai assaggiato altre torte di questo tipo e credo che non lo farò, perché veramente ottima. E' piaciuta a tutti.
    E, davvero, con la pasta frolla già pronta ci vuole un attimo.
    Grazie e ciao fede

    RispondiElimina
  24. Federica, mi fa molto piacere che vi sia piaciuta.

    RispondiElimina
  25. adriano, preparata sabato sera, oggi x dopo pranzo era ancora friabile (con la tua frolla), davvero deliziosa, leggera, la crema morbida al limone, poi...insomma, la farò spesso!!! ciao e ancora grazie, katia.

    RispondiElimina
  26. katia, mi fa veramente piacere che apprezzi le mie ricette;-)

    RispondiElimina
  27. Ciao Adriano, questa tarte è piaciuta a tutti, soprattutto a mio papà che adora i limoni....adesso però non so quale scegliere...arancia o limone ?
    Grazie come sempre e complimenti per la ricetta, rapida ed ottima !

    RispondiElimina
  28. lucy, l'altra l'hai già provata?

    RispondiElimina
  29. Si, provata ....per quello sono indecisa...sono ottime tutte e due!Mi stai facendo ingrassare ! ;)
    Lucy

    RispondiElimina
  30. Adriano, scusa potrei rifarla ma stavolta con l'arancia?

    RispondiElimina
  31. ADRIANO "ANONIMO! per errore sono io, Mariafatima

    RispondiElimina
  32. Adriano, TROVATO la tarte all'arancia.Farò questa

    RispondiElimina
  33. Ciao Adriano,
    sono una neofita del tuo blog e l'ho già inserito tra i miei preferiti! Questa torta va infornata a 120° o bisogna prevedere qualche minuto a 160°? Grazie mille anticipate!

    RispondiElimina
  34. anonimo, dipende dal tuo forno. Fai attenzione a non superare il punto di cottura.

    RispondiElimina
  35. Ciao Adriano! Intanto complimenti x il tuo blog! :)
    Ho provato questa torta...il sapore è buonissimo ma purtroppo mi si è rotta completamente quando sono andata a rovesciarla sul piatto... :( Ho notato che il sotto era ancora crudo...e in effetti i 120° mi sembrano pochini...sarà colpa del forno? Ho anche usato un'altra frolla perchè l'avevo già pronta..pensi c'entri qualcosa? Peccato...ci sono rimasta malissimo, devo assolutamente rifarla!

    RispondiElimina
  36. frenci, come per tutte le cotture, temperature e tempi vanno regolati in base al proprio forno ;)

    RispondiElimina
  37. Ciao Adriano,stasera proverò a fare la tua torta, ma la mangeremo domani sera, per conservarla la metto in frigo o temperatura ambiente? grazie ciauuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdona il ritardo, ma va in frigo...

      Elimina
  38. Adriano, ho provato la tua tarte al limone ed è....meravigliosa!!!! :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, mi fa piacere ti sia piaciuta!

      Elimina
    2. :) se ti fa piacere puoi vederla qui

      :)

      Elimina
  39. buongiorno Adriano, sono anna avrei bisogno di un consiglio dovrei fare la crostata con crema pasticcera e frutta fresca, mi chiedevo se la sua frolla andasse bene per l'uso, grazie

    RispondiElimina