martedì 20 maggio 2008

la focaccia dolce vaniglia e caramello


Soffice e profumata, con una leggera crosticina caramellata, è adatta alle scampagnate o per la merenda.

Ingredienti:
400gr farina forte (W 280 – 300)
320 + ca. 60gr latte intero
80gr burro fuso freddo
80gr zucchero semolato
8gr sale
4gr lievito
mezza stecca di vaniglia
1 cucchiaino di malto
1 cucchiaio di rum gelato
1 pesca gialla o tre albicocche o una manciata di ciliegie.
1 cucchiaio di zucchero di canna
zucchero a velo
poco albume

Ore 8
Tagliamo a metà per il lungo la stecca di vaniglia, raschiamo i semini con un coltello e teniamo da parte.
Portiamo ad ebollizione il latte con il baccello (senza semini), poi lasciamo intiepidire.
Pesiamone 200gr (la parte rimanente la integreremo con altro latte, fino a raggiungere di nuovo 320gr), sciogliamo il lievito, il malto ed amalgamiamo 190gr di farina, copriamo e poniamo a 28° per ca. 40’. Nel frattempo prepariamo un caramello non troppo carico con 50gr di zucchero inumidito, quando sarà pronto uniamo il resto del latte bollente (ca. 120gr), stemperiamo bene e lasciamo raffreddare.
Avviamo l’impastatrice con la foglia a vel. 1, uniamo ¾ del latte con il caramello e della farina e lasciamo formare l’impasto. Versiamo il latte rimanente, con il sale ed il resto dello zucchero e, poco dopo, anche la farina rimanente. Dopo 3’ aumentiamo a 1,5 e, prima che sia del tutto incordato, versiamo 4 cucchiaini di burro, incordiamo staccando di tanto in tanto l’impasto dalla frusta e rigirandolo.
Inseriamo molto lentamente il resto del burro fuso, facendo attenzione a non perdere l’incordatura e per ultimo, gradatamente, il liquore. Montiamo il gancio ed impastiamo ancora per 5’ o fino a che l’impasto non si presenti liscio e bene incordato.



Trasferiamo in un recipiente con coperchio e, dopo 30’ mettiamo in frigo.

Ore 17
Tiriamo il recipiente fuori dal frigo e lasciamo a temp. ambiente fino a che non riprende la lievitazione. Nel frattempo tagliamo a cubetti la frutta che mescoleremo con un cucchiaio di zucchero di canna.
Rovesciamo l’impasto sulla spianatoia non infarinata, assottigliamolo leggermente con la punta delle dita, poi diamo due piegature a tre.




Mettiamo la chiusura sotto e copriamo a campana. Dopo 30’ stendiamolo senza matterello, aiutandoci con la punta delle dita ed allargandolo con le mani. Trasferiamo in una teglia da forno (30 x 35), leggermente unta con olio monosemie e finiamo di stendere l’impasto.



Pennelliamo con albume, copriamo con pellicola e mettiamo a 28° per una mezz’ora.
Pennelliamo con il succo della frutta, distribuiamo quest’ultima sulla superficie e facciamola penetrare parzialmente nell'impasto, esercitando una leggera pressione. Spolveriamo con zucchero semolato e successivamente con zucchero a velo, puliamo il bordo della teglia per evitare che lo zucchero bruci e inforniamo a 220°.


Dopo 5’ riduciamo a 180° e proseguiamo la cottura fino a far caramellare lo zucchero.



Prestiamo molta attenzione alla cottura, una trentina di secondi in più possono bruciare irrimediabilmente il caramello. Appena fuori dal forno trasferiamo la focaccia su di una gratella.


46 commenti:

  1. ciao sono sissy, è un po che non ti scrivo ma ho sempre seguito le tue ricette. ( complimenti a tuo figlio) quest'ultima è veramente interessante e vorrei capire prima di cimentarmi: quei 60 gr di latte in più ai 320 dove li metto? e poi quando dici di aggiungere il latte rimanente dopo che si è formato l'impasto è il latte con il caramello? se in casa non ho il rum posso mettere il marsala o non mettere nessun liquore? grazie mille un salutone!!!

    RispondiElimina
  2. Tutte le Tue ricette sono splendide, ma qui (perdonami!) non sei stato troppo chiaro.
    Ti espongo i dubbi:
    1) che ne è del caramello?
    2) quando dici "uniamo ¾ del latte e della farina e lasciamo formare l’impasto" intendi dire che lo aggiungi al precedente impasto di latte, lievito, malto e farina?
    Grazie mille per le risposte
    Renato

    RispondiElimina
  3. beddamatrisantissima!!!!!
    Come faccio a starti dietro proprio non lo so!!!;-))

    RispondiElimina
  4. Sei sempre una sorpresa ogni volta che passso da qui, ho in lista un sacco di cose da provare......

    Passione&Cucina

    RispondiElimina
  5. Oh mamma la cosa si complica....posso non farla ??? Mannaggia !!! Ciao :))

    RispondiElimina
  6. la proverò quanto prima, una focaccia di frutta... mi piace!

    RispondiElimina
  7. Le focacce dolci sono sempre ottime. Ho copiato la ricetta e la proverò quanto prima. Buona giornata Laura

    RispondiElimina
  8. Ma che bontà. Non ho mai pensato a una focaccia dolce. Da provare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. sei veramente bravissimo!!!!
    Complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Adriano, sembra molto interessante! Sai cosa ho deciso? Che mi tengo tutte le ricette belle, prego fortemente di riuscire ad avere un domani una casa in Italia e allora mi sfogherò a cucinarle tutte!
    Ho aspettato parecchio prima di dirtelo, volevo fare diverse prove, per essere sicura, ma sai che sta farina non regge nemmeno i 200 gr di impasto da tenere in frigo e usare il giorno dopo?
    ...peggio di così!
    Baci Niki

    però facendo l'impasto e cuocendo come mi hai insegnato tu il pane viene bene. QUi ne sono tutti entusiasti.

    RispondiElimina
  11. mamma mia che bontà !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    proverò!!!!
    baci
    continua così!!!!!!!!!!!!! ;-)

    RispondiElimina
  12. ed è veramente una bontà :-)))
    Grazie ;-)))

    RispondiElimina
  13. sissy, ho corretto la ricetta. Il liquido che evapora a causa della bollitura va reintegrato.

    renato, 1 - corretto;-)
    2 - si.

    ross, vedo che non hai granchè difficoltà.

    maria giovanna, era un pò che non ti si sentiva.

    niki, prova a mettere nel riporto metà del sale dell'impasto del giorno dopo.

    a tutti gli altri, grazie infinite!

    RispondiElimina
  14. ciao Adriano ancora un'altra super ricetta
    se è possibile vorrei farti una domanda
    hai mica per caso la ricetta delle graffe senza patate, quelle del bar?
    grazie mille
    buona domenica

    RispondiElimina
  15. ross, vedo che non hai granchè difficoltà.
    'nsomma..se il forno non facesse tanti capricci ;-)))
    buona domenica!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Adriano... complimenti... è un piacere seguire le tue ricette!!!!

    RispondiElimina
  17. ciao Adriano.
    magari ho fatto la figura dello snob, ma giuro che non è così.
    Ero impegnato.
    Grazie mille per il premio!
    Veramente.
    Ho fatto un corso con Giorilli la scorsa settimana, illuminante.

    RispondiElimina
  18. Ciao Adriano ho un meritatissimo premio per te nel mio blog
    ciaooooooo e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  19. wow mi affascinanosempre le tue preparazioni! passa da noi che c'è un premio che ti aspetta! ;-)

    RispondiElimina
  20. Che bontà, la mangiavo quando ero piccolina a Milano, poi da quando ho scoperto la celiachia non ho più avuto occasione di provarla....
    Baci

    RispondiElimina
  21. Fatta!
    Nonostante il caldo africano di oggi ho fatto questa meraviglia : l'ho appena assaggiata, ancora bollente. Buonissima!!!
    Unica modifica che farò: più pesche! ;o)

    Grazie x la ricetta!!!

    RispondiElimina
  22. carmen, la metto tra un pò ;-)

    ross, vorrei avercelo io il forno tuo ;-)

    morettina, grazie!

    bersuccio, avresti sbagliato post :-)))
    Giorilli? Che gli hai insegnato?

    carmen,vanessa, grazie, ma tutti questi premi mica me li merito...poi mi vergogno di scriverlo...

    anna, mi dispiace, senza glutine non so fare praticamente nulla:((

    pupina, dove si può vedere?

    RispondiElimina
  23. adriano, è stupenda, buonissima, morbida, non ho mai mangiato una focaccia dolce prima d'ora...cosa ne pensi? ciao, katia.

    http://img256.imageshack.us/img256/4386/dscn0901im1.jpg

    http://img256.imageshack.us/img256/7302/dscn0907st7.jpg

    http://img256.imageshack.us/img256/6254/dscn0910fb4.jpg

    RispondiElimina
  24. katia, ottimo sei diventata professionista :)))

    RispondiElimina
  25. ma che bella ricetta complimenti, una ricetta che mi incuriosisce molto

    RispondiElimina
  26. Adriano scusa, vedo solo ora il tuo commento!
    Qui c'è una foto di quella (ri)fatta oggi: l'ho un po' modificata sui tempi adatti a me, ma è davvero ottima la tua versione.
    http://farm4.static.flickr.com/3269/2550464109_19294c0273.jpg
    Grazie per la ricetta, senza la tua non avrei mai pensato a farla!

    RispondiElimina
  27. Gunther K.Fuchs, prova, poi mi dirai ;-)

    pupina, mi dice che la foto non è disponibile.

    RispondiElimina
  28. Che strano, io la vedo...
    Ora provo a linkare in altro modo..

    RispondiElimina
  29. Prova ora:

    http://farm4.static.flickr.com/3045/2551286078_7e49fc4caa.jpg

    http://farm4.static.flickr.com/3063/2551285626_7f6bbebdc7.jpg

    Tra l'altro ne ho fatta un'altra ieri da portare ad amici, e ho "modificato" una cosa.
    Siccome ci metto 3-4 pesche ottengo molto succo: una parte l'ho spennellata come dici tu, l'altra l'ho fatta ridurre a sciroppo e l'ho spennellata sopra il dolce una volta cotto, così ha preso un bellissimo aspetto lucido e "laccato".
    Squisita, inutile che te lo dica..

    RispondiElimina
  30. pupina, hai ragione, non copiavo l'ultima parte. Bella, ma per darti un parere dovrei vedere l'interno. L'ideale sarebbe assaggiarla...;-)

    RispondiElimina
  31. Eh, hai ragione, ma non ho pensato a fare una foto dell'interno.. Comunque era ottima, spazzolata, quindi suppongo sia piaciuta: ti tocca fidarti sulla parola ;o)

    Buona domenica!

    RispondiElimina
  32. Il "profumo di lievito" si intende solo quello di birra?
    Secondo te potrei provare a farla con il lievito madre?
    Grazie, Simonetta

    RispondiElimina
  33. pupina, l'aspetto è davvero invitante;-)

    Simonetta, il LM va bene, ma dovrai adattare i tempi di lievitazione. Io per questi lievitati preferisco il lievito di birra, il risultato è costante e più che soddisfacente.

    RispondiElimina
  34. Questa focaccina mi attira da matti! Sei bravissimo :)

    RispondiElimina
  35. tuki, tra i due mi sa che non sono io quello bravissimo...;-)

    RispondiElimina
  36. Enhorabuena por esta receta! me ha gustado mucho tu blog. No te escribo en italiano porque aunque lo hablo y lo entiendo bien, no lo escribo.

    Un saludo desde Bélgica!

    RispondiElimina
  37. kanaima, scrivi pure così, anche se non parlo lo spagnolo, il senso si capisce. Grazie per la visita!

    RispondiElimina
  38. Ciao Adriano, volendo preparare questa meraviglia oggi per cuocerla domattina, cosa faccio? Lascio lievitare mezzora a 28° e poi metto in frigorifero fino al mattino? Dici che regga? Grazie. Paola

    RispondiElimina
  39. paola, è complicato cuocerla per la colazione. Puoi prolungare il riposo in frigo fino al mattino successivo, ma poi c'è bisogno di riprendere la laborazione. Potresti provare a saltare il primo riposo in frigo, stendela in teglia e metterla in frigo a 12° (scomparto frutta) fino al mattino successivo.

    RispondiElimina
  40. Ciao Adriano, ho appena pubblicato un post con riferimento a questa tua ricetta di focaccia dolce. E' proprio buona! A presto.

    RispondiElimina
  41. Adriano, ho visto adesso questa delizia ma... ahimè, siamo a novembre! Visto che pere, albicocche e ciliegie latitano, secondo te potrei farla, che ne so, con le pere? Oppure suggeriscimi tu una frutta adatta, non credo resisterò per tutto l'inverno!!! :)
    E se la facessi senza frutta?
    Aspetto fiduciosa. :)

    RispondiElimina
  42. silvia, pere e mele caramellate vanno benissimo.

    RispondiElimina
  43. Ciao Adriano, questa tua focaccia è buonissima, i miei bambini la mangerebbero tutti i pomeriggi per merenda! Ho pubblicato un post sul mio blog con riferimento a questa tua ricetta di focaccia dolce. Spero non ti dispiaccia! Complimenti per tutti i tuoi impasti, sono favolosi.

    ps. spero che tu e Paoletta fissiate un'altra data del vs corso a bg, quello del 12 l'ho perso ma il prossimo non me lo perdo!

    A presto
    Paola

    RispondiElimina
  44. paola, figurati, per me è un onore!

    RispondiElimina