lunedì 12 settembre 2011

Piccoli pani dolci alla vaniglia



Lunga assenza, lo so...ma ultimamente il tempo è tiranno...
.




E' un impasto piuttosto semplice ma un po' lunghetto, la maturazione in frigo può anche essere evitata ma conferisce al prodotto finale un'ottima complessità di profumi e una buona conservabilità.



Ingredienti:
500gr farina W 300 (in alternativa manitoba commerciale)
250gr latte intero
4 tuorli
120gr burro
110gr zucchero
6gr lievito fresco
8gr sale
1,5 bacca di vaniglia
2 cucchiai maraschino

Sera:
Mettiamo a macerare i semini delle bacche nel liquore.
Portiamo il latte quasi ad ebollizione con le bacche svuotate, lasciamo raffreddare.
Togliamo le bacche, ripristiniamo il peso del latte, sciogliamo il lievito ed aggiungiamo 115gr di farina. Mescoliamo, sigilliamo il contenitore e trasferiamo in frigo a 5 – 6°.

Mattino:
Trascorse ca. 12 ore, portiamo il contenitore a temp. ambiente, diamo una mescolata e facciamo riposare fino ai primi cenni di fermenazione.

Versiamo il poolish nella ciotola, uniamo un tuorlo, un paio di cucchiaiate di zucchero e tanta farina quanta ne occorre a legare l’impasto, con la foglia a vel. 1,5, senza asciugarlo del tutto.

Inseriamo i tuorli rimanenti uno alla volta, seguiti da una parte dello zucchero e della farina, aspettando che l’impasto leghi prima dell’aggiunta successiva; con l’ultimo uovo uniamo anche il sale. Evitiamo di prolungare eccessivamente questa fase.

Con l’impasto legato, ma non ancora del tutto incordato, uniamo il burro appena morbido, a piccoli pezzi, in tre volte, ribaltando ogni volta l’impasto nella ciotola.

Una volta assorbito, aggiungiamo il liquore a filo molto lentamente.

Montiamo il gancio ed impastiamo a vel. 1,5, ribaltando di tanto in tanto la massa nella ciotola, fino a che l'impasto non si presenta liscio e semilucido.


.



Copriamo e dopo 30’ Trasferiamo il contenitore in frigo, nello scomparto della frutta, per ca. 6 ore o a 5 – 6° fino all’indomani.

Tiriamo fuori dal frigo e dopo un’oretta diamo le pieghe di tipo 2, senza stringere.

Dopo 20’, spezziamo ed arrotondiamo. Dopo 15', formiamo a nostro piacimento e sistemiamo nelle teglie.







Lucidiamo con dell’albume, copriamo con pellicola, possibilmente non a contatto, e facciamo raddoppiare a 26° .






Lucidiamo ancora, cospargiamo con zucchero a velo o in granella ed inforniamo a 180° fino a cottura (ca. 15’ Per pezzature da 80°)






Volendo saltare il riposo in frigo, lasciamo raddoppiare a 28° e procediamo come da ricetta.



87 commenti:

  1. meravigliose come tutto le tue ricette!

    RispondiElimina
  2. Una vera meraviglia questi pani dolci e che bontà :))

    RispondiElimina
  3. Ciao Adriano, che belli questi panini, poi il maraschino nell'impasto mi incuriosisce parecchio.....mi sa che nel week end...
    Grazie per la ricetta,un abbraccio.
    Lucy

    RispondiElimina
  4. Adriano una lunga assenza ma un ritorno in grande stile!!! complimenti per il tuo lavoro.

    RispondiElimina
  5. mamma mia che buoni questi panini sento fin qui il profumo! posso averne uno? :-) ciao

    RispondiElimina
  6. Bentornato Adriano...
    mi piacciono proprio tanto questi pani alla vaniglia... assolutamente da provare.
    A presto
    Eli

    RispondiElimina
  7. Evviva una nuova ricetta del Maestro! E come al solito anche questi panini hanno un aspetto delizioso!

    RispondiElimina
  8. Ciao Adriano... davvero una bella ricetta, ora la leggo per bene. Spero che torniate con i corsi in Puglia, perchè ho proprio voglia di venirci. Buona giornata

    RispondiElimina
  9. Adriano quanto ci sei mancato!!!!.. è ora, è ora di impastare un pò!! ciao, al prossimo corso! franci

    RispondiElimina
  10. Bellissima ricetta...chissà che dolce risveglio!!!!

    RispondiElimina
  11. ... attesa lunghissima maestro. Ma quando torni, ti fai sentire!

    RispondiElimina
  12. bentornato, Adriano!!
    quanto ci sei mancato! ;-)

    RispondiElimina
  13. Finalmente, Adriano! Ogni giorno andavo a vedere se avevi postato qualcosa e non mi aspettavo proprio oggi questa sorpresa. Sono certa che, come sempre, la ricetta sarà perfetta ma dovrò aspettare a provarla quando farà un più fresco perchè dalle mie parti fa ancora troppo caldo e i lievitati, tu mi insegni, patiscono.

    RispondiElimina
  14. Bellissimi! Devo giusto fare scorta di vaniglia, capitano a fagiolo proprio... ;)))

    RispondiElimina
  15. Buoni e invitanti questi pani dolci, davvero.Un saluto da Maria

    RispondiElimina
  16. L'aspetto è meraviglioso, come sempre le tue preparazioni. Peccato tu non riesca a postare più spesso Adriano...
    Queste sono da provare al più presto, per una colazione golosissima!

    RispondiElimina
  17. Evvai!!! Anche questi da provare assolutamente!!! Poi, come al solito, mi verrà in testa di fare la variante albicocche... Tu che dici??? Ahahahah!!! Bentornato, in attesa di rivederti ormai fra POCHISSIMO! Un abbracciooooo :)

    RispondiElimina
  18. Con questa magnifica preparazione ti sei fatto perdonare per la lunga assenza!
    Lo sai che prima o poi la provo vero? :))

    RispondiElimina
  19. Che buoniiii!!Sembrano sofficissimi!Come lo mangerei volentieri uno (anche due non dispiacerebbero..)

    RispondiElimina
  20. Hanno un impasto così soffice che li prenderei subito a morsi.

    RispondiElimina
  21. Ciao Adriano, questa ricetta mi farà compagnia durante la tua assenza.
    Le bacche di vaniglia le ho appena ordinate!
    Tanti saluti, Maria

    RispondiElimina
  22. ieri sera ho avviato l'impasto che ora e' in frigo. Tu proponi ed io eseguo fiduciosamente ..

    RispondiElimina
  23. Qualunque pane esca dalle tue mani è sempre un capolavoro.
    Ma questo alla vaniglia sembra così... goloso!
    Da provare immediatamente!
    A presto.

    RispondiElimina
  24. Ciao Adriano! Finalmente sei tornato. Non vedo l'ora di impastare questa tua ultima creazione e di rivedere te e Paola ad uno dei vostri fantastici corsi. Un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  25. Un incanto !!!!

    Crei sempre così meravigliose. Complimenti.

    Ilprofumo della vaniglia lo rende ancora piu irresistibile .

    Bacio Angela

    RispondiElimina
  26. Finalmente sei tornato! Ma insomma, ti sembrano attese da far patire tra una lievitazione e l'altra? ;)
    P.S. Ma questi panini secondo te si possono farcire prima della cottura, magari con Nutella o marmellata?
    Un bacione, non abbandonarci...

    RispondiElimina
  27. adriano sono buonissime, gnam gnam e lievito anche io . Scherzo, le ho regalate quasi tutte :-))

    RispondiElimina
  28. Ma Adriano..hai sentito il mio richiamo?!?!?!?..giusto Lunedì dicevo che ho voglia di impastare e ieri michiedevo quando avresti postato una nuova ricetta!..e stamattina guarda te quasi per caso mi vedo questi splendidid panini dolci...!!Studio e metto in pratica...!!!Sempre grande Adriano!

    RispondiElimina
  29. Meravigliosamente soffici!Pericolosamente buoni! Avevo in casa una manitoba tosta e non ho potuto tagliarla perchè sono a zero con le scorte.Che te ne pare?
    Qui il risultato:
    http://www.ecucinando.it/forum/piccoli-pani-dolci-alla-vaniglia-t8702.html

    RispondiElimina
  30. ciao Adriano fantastico come sempre ci

    RispondiElimina
  31. Wow...sono fenomenali!!!!!!!!!!!! Come al solito, sei fantastica!

    RispondiElimina
  32. adriano stupendi voglio provarliiii ^^

    RispondiElimina
  33. complimenti per la ricetta! Da provare subito!
    Visita il mio blog:
    Mennula.blogspot.com

    RispondiElimina
  34. Ciao Adriano,
    E' da un po' che seguo il tuo blog, ho provato un po' di ricette e mi sono sempre trovato benissimo!
    A causa del tuo blog sto diventando un maniaco dei lievitati... hai creato un mostro! ;-)
    Ho provato i pani dolci alla vaniglia, con notevole soddisfazione.
    Ho fatto un po' di foto che trovi qui http://profile.imageshack.us/user/AlessandroT/
    Commenti e critiche sono più che benvenuti!
    Un grazie veramente sentito per condividere ricette, passione e conoscenze!
    Alessandro

    RispondiElimina
  35. ciao adriano..
    mi sono inserita tra i tuoi sostenitori perchè sto iniziando ad avvicinarmi un pò alla panificazione (avevo mia mamma che faceva il pane in casa nel forno a legna per tutta la famiglia e non ho mai imparato perche non volevo anche se mi ci metteva ma niente non mi entrava in testa ) però il pane fatto in casa e tutta un altra cosa dal sapore e dalla soddisfazione e tu sei un vero maestro al riguardo...
    quindi ti seguo con vero piacere..
    spero di imparare qualcosa in più
    ciao da lia

    RispondiElimina
  36. ciao Adriano mi sono ritrovata nel tuo blog per caso e ne sono contenta! i lievitati spesso mi intimoriscono ed è per questo che leggerò attentamente tutti i tuoi preziosi consigli! sarà un piacere per me seguirti :-)

    RispondiElimina
  37. splendidi questi panini!! grazie per la ricetta !

    RispondiElimina
  38. Belle come tutte le cose che proponi ed invitanti al punto che non posso fare a meno di provarle!
    Ma ho un dubbio: quando dici di tenere l'impasto nello scomparto della frutta per 6 ore, a che temperatura intendi? Non dovrebbe essere più fredda e quindi volerci più tempo che con 5°-6°?
    Un bacio
    Mariella

    RispondiElimina
  39. Caro Adriano, grazie mille per la ricetta! L'ho fatta ieri no come piccoli pani, ma indientro di due stampi di kouglof (per questa ragione ho aggiunto 50 o 70 grammi di meno de la farina al impasto). Sono venuti molto bene: profumatissimi, finissimi di sapore, belli di vedere. Grazie tante per la tua maestria (parola spagnola, ma credo che sai quello che voglio dire) e la tua merveillosa creatività con i dolci e i pani.

    Eliabel

    RispondiElimina
  40. Caro Adriano, grazie mille per la ricetta! L'ho fatta ieri no come piccoli pani, ma indientro di due stampi di kouglof (per questa ragione ho aggiunto 50 o 70 grammi di meno de la farina al impasto). Sono venuti molto bene: profumatissimi, finissimi di sapore, belli di vedere. Grazie tante per la tua maestria (parola spagnola, ma credo che sai quello che voglio dire) e la tua merveillosa creatività con i dolci e i pani.

    Eliabel

    RispondiElimina
  41. "Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmagazine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
    http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  42. Gentile Adriano,ti seguo da quasi un anno,
    (cioè da quando ho imparato ad usare il pc)
    ti voglio ringraziare,perchè da te ho imparato
    tanta cose,io ho una grande passione sugli impasti lievitati,e ho anche seguito un tuo corso a Cerveteri.
    Da circa un mese,sto costruendo 2 blog,per dare sfogo a questa mia passione.
    Sarei onorata se tu potessi dedicare un minuto
    del tuo prezioso tempo,per darmi un tuo parere.
    So che devo lavorarci parecchio,per arrivare
    ad un buon risultato,ma io so "capatosta"
    Ti ringrazio tantissimo e ti auguro
    buon lavoro.
    PS:mi sono permessa nelle mie ricette,di fare
    riferimento a te.
    http://filonci.blogspot.com/

    RispondiElimina
  43. Muy rico y esponjoso. Me gusta mucho como te ha quedado. Besos!!!

    RispondiElimina
  44. Ciao Adriano :
    se ho a disposizione vaniglia in polvere (vaniglia naturale) quanta ne uso in sostituzione di una bacca ?
    2% della farina ? La metto direttamente nell'impasto o comunque prima in infusione nel liquido ? Il liquido poi andrebbe comunque filtrato ?
    Grazie sempre per la tua gentilezza.
    Giulio

    RispondiElimina
  45. Mi immagino solo il dolce profumo per la casa! Sublime!!
    Nel frattempo ti invito a partecipare al mio nuovo contest sulla cucina toscana! Ti lascio il link: http://pandiramerino.blogspot.com/2011/10/la-toscana-nel-piatto-il-mio-nuovo.html
    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  46. deliziosi questi Piccoli pani dolci alla vaniglia!! da provare assolutamente in tutte le cucine italiane!

    RispondiElimina
  47. Che meraviglia!! Mi sembra giá di sentirne il profumo.....ti seguiró assiduamente!! :-)

    RispondiElimina
  48. Ciao ti volevo invitare a partecipare al mio contest: Il dolce piu' peccaminoso!
    qui maggiori info:
    http://dolciricette.blogspot.com/2011/10/la-cucina-dei-7-peccati-il-dolce-piu.html

    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  49. Anch'io ti invito

    http://dolciechiacchiere.blogspot.com/2011/10/il-mio-primo-contest.html

    RispondiElimina
  50. Spettacolari, non ho parole.

    Complimenti

    RispondiElimina
  51. Ciao Adriamo e da un pò che ti seguo e ti faccio i miei complimenti per le ricette.
    Non mi è chiaro cosa intendi quando dici "ribaltando ogni volta l’impasto nella ciotola" che operazione dovrei fare? Forse staccare la pasta del gancio e far ripartire l'impastatrice?
    A presto Mauro

    RispondiElimina
  52. Adriano, si vuoi, puoi vedera la mia fotografia della seconda volta che ho fatto questi pani dolci. Questa volto ho usato due stampi per fare due pani più grandi: http://eliabe-l.livejournal.com/17236.html

    Grazie mille per la ricetta! Eliabel.

    RispondiElimina
  53. Ciao Adriano,ti ho sempre seguito ed ora che ho un blog tutto mio sei nella mia lista..cosi' nn mi xdo nulla delle tue creazioni!!! che sono sempre una certezza di riuscita! un bacio!!!!!!!!

    RispondiElimina
  54. Che meraviglia questi panini alla vaniglia... La rima non era voluta :)
    Complimentoni

    RispondiElimina
  55. Scopro oggi questo bellissimo blog, e già mi sono ripromessa di fare diverse cosette deliziose. Peccato che l'ultimo aggiornamento risalga a due mesi fa :(
    Ad ogni modo, complimenti!

    RispondiElimina
  56. Ciao Adriano,
    ma che bello questo blog!! ne avevo proprio bisogno!
    diventerai il mio vademecum virtuale per la panificazione ;-)

    RispondiElimina
  57. Ciao Adriano, sono giorni che osservo queste foto e somigliano un pò alle famose brioche di Aversa chiamate "polacche" con all'interno crema pasticcera e amarena sciroppata. Le conosci? Ho cercato di capire quale fosse il procedimento per questa famosa brioche. Dalle tue foto sembrano proprio quelle. Mi delucidi?

    RispondiElimina
  58. Scusa non mi sono firmato sono Paolo, grazie mille.

    RispondiElimina
  59. Ciao, non ci conosciamo ma mi sono innamorata del tuo blog e ti faccio i miei complimenti. Bravo!
    Inoltre, se ti fa piacere, ti ho invitato a un gioco sul mio blog nel post 7 links project anche se non sei obbligato a partecipare. Un abbraccio. Sonia

    RispondiElimina
  60. Ho conosciuto il tuo blog per casualità e mi unisco per non perdermi nulla, e per megliorare anche il mio italiano jeje.

    Cari saluti!
    Ana de: 5 sentidos en la cocina

    RispondiElimina
  61. ciao nuova iscritta complimnti per le ricette sono davvero buone :Dse vuoi passa a trovarmi nel mio blog :D http://golosonidolci.blogspot.com/

    RispondiElimina
  62. Ma che meraviglia il tuo blog Adriano, sono lusingata della tua visita da me! A presto, buon fine settimana. Deborah

    RispondiElimina
  63. hah. Amo cheap moncler jackets molto, specialmente moncler jackets. Nelle mie esperienze di shopping, Ho davvero molto suggerire la cheap moncler jackets finder negozio online per voi.

    RispondiElimina
  64. Silvia, si, stendi un ovale e chiudilo a portafoglio.

    cris, niente male!

    alessandro, mi reindirizza sulla home...

    myitaliansmorgasbord, più simili ad un pandolce.

    mariella, nello scomparto della frutta di solito ci sono una decina di gradi.

    melania, bello il tuo panbrioche farcito, brava!

    giulio, un cucchiaino da caffè in infusione, non è necessario filtrare.

    mauro, devi semplicemente capovolgerlo nella ciotola, la parte a contatto con questa deve passare in alto.

    paolo ne ho sentito parlare ma non le ho ancora provate.

    eliabel, la mollica è molto bella, sei brava!

    Grazie di cuore a tutti gli altri e buon anno!

    RispondiElimina
  65. Mmmm mi sa che non avevo capito benissimo come funziona imageshack,
    il link corretto è questo:
    http://imageshack.us/homepage/?user=alessandrot

    Ho aggiunto anche le foto dei panini semidolci che ho provato con grande soddisfazione! Se ti va di dare un'occhiata commenti e critiche sono più che benvenuti, ma in ogni caso grazie ancora!
    Alessandro

    RispondiElimina
  66. alessandro, mi paiono venuti bene, magari una maggiore cura nella formatura.

    RispondiElimina
  67. Grazie di aver dato un'occhiata...
    Dal punto di vista della formatura sicuramente devo pedalare ancora parecchio! :-)
    Alessandro

    RispondiElimina
  68. Complimenti sono veramente bellissimi!! Il profumo di vaniglia si sprigiona ovunque!
    Bravissimo!

    Io adoro i dolci, questo è il mio blog se mai ti andasse di venirmi a trovare..
    www.dolcebenessere.com

    RispondiElimina
  69. How amazing do all of your recipes look?!! You have lovely blog :)

    your new follower from Singapore!

    RispondiElimina
  70. Vorrei provare a fare questi pani dolci ma uso solo il lievito madre, è possibile avere le dosi, latte,farina e lievito madre?Grazie mille.

    RispondiElimina
  71. questi pani dolci sono una vera delizia!
    mi sono unita ai tuoi lettori e se ti va passa da me!

    RispondiElimina
  72. M:E:, thank you very much!

    alessandra, 150gr LM, 400gr farina, 210gr latte.

    grazie a tutti gli altri!

    RispondiElimina
  73. Il gioco vale la candela....Procedura un po lunga ma i risultati sono eccellenti.Ciao Adriano.

    RispondiElimina
  74. sono bellissime...sto imparando ora i lievitati...potevo mai non aggiungermi ai tuoi lettori? Ti invidiooo!!

    RispondiElimina
  75. napochef, provati?

    monique, onorato!

    RispondiElimina
  76. Buongiorno Adriano
    è un po' che seguo il tuo blog, sei veramente una mente dei lievitati
    sei un chimico?
    Faccio piccole cose, manca il tempo, con lievito madre
    Ci sono delle ricette fatanstiche nel tuo blog fatte con polish
    si possono fare anche con lievito madre, cambia il processo di esecuzione?
    Quell oche chiedo è: non potresti mette l'alternativa della ricetta fatta con lievito madre?
    Grazie!
    Massimo

    RispondiElimina
  77. Massimo, dovrei scrivere due ricette e procedimenti separatamente e spesso i due risultati sono sostanzialmente diversi.

    RispondiElimina
  78. Salve, sono Mietta. Ho un L.M. di circa 9 mesi, ha abbastanza forza ma da un po' di tempo diventa appiccicoso. Circa un paio di mesi fa per evitare il problema ho fatto un bagnetto e sembrava che il problema fosse risolto, ma adesso è di nuovo appiccicoso. Faccio dei rinfreschi usando il 110% di farina. Cosa posso fare per evitare di procedere ad un nuovo bagnetto? Da cosa dipende? Cosa sbaglio. Grazie per tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente non hai eliminato l'eccesso di acidità. Prova a ridurre leggermente l'idratazione e a tenerlo qualche gg a t. ambiente con 2 rinfreschi.

      Elimina
  79. ҬҺere's dеfinately a lot to know about this issue.I ove
    all the points уou've made.

    Heere is my blog ρost; become a zumba instructoг gold cooast ()

    RispondiElimina
  80. Нeуa i am for the first time here. I found this board and I in finding It really helpful &
    it helped me out much. I'm hoping to present something back and aid ofhers like you
    aided me.

    Mʏ web Ƅlog; how to become a zumba instructor dubai

    RispondiElimina