mercoledì 28 ottobre 2009

lo zucchero a velo.......................ma..............

.
Torniamo a noi ...

Tranquilli, non voglio insegnarvi a fare lo zucchero a velo, gli ultimi eventi non mi hanno fatto uscire di senno ;), ma voglio rendervi partecipi di una piccola intuizione che può magari tornarvi utile.

Avrete sicuramente notato che spolverando di zucchero a velo una superficie umida, tipo crostata di frutta, mousse, crepe, tortino morbido ecc., questo si scioglie rapidamente perdendo quell'effetto innevato tanto accattivante ed a volte la cosa accade talmente in fretta che non abbiamo neanche il tempo di servire il dolce.
Eppure nelle vetrine delle pasticcerie lo zucchero a velo c'è sulle torte, come mai non si scioglie?
E' presto detto, si tratta di zucchero a velo idrorepellente, un prodotto che mi è capitato sotto mano e di cui ho letto gli ingredienti, riservato agli operatori del settore e difficile da procurarsi al di fuori dei loro canali di distribuzione.................però.........se disponiamo di un macinacaffè elettrico, di quelli di solito forniti insieme al frullatore (o di un apparecchio similare) e che di certo avremo già utilizzato per farci dello zucchero a velo d'emergenza, forse la possibilità di autoprodurre un prodotto simile l'abbiamo.


Ingredienti:
50gr zucchero semolato
7gr (ca 2 quadratini) cioccolato bianco di buona qualità
1,5gr (ca 1 cucchiano da caffè) amido di mais

Tritiamo a coltello il cioccolato bianco piuttosto fine




mescoliamo con cura i tre ingedienti, trasferiamo il tutto nel macinacaffè ed avviamo, alla massima velocità, fino a ridurre lo zucchero in polvere, scuotendo di tanto in tanto l'apparecchietto.

Les jeux sont fait, non abbiamo altro da fare che travasarlo in un barattolo a chiusura ermetica o in uno spargizucchero, aggiungendo eventualmente qualche residuo di bacca di vaniglia.
Lati negativi? Chiaramente avrà un leggero sapore di cioccolato bianco, ma di solito non guasta e l'eventuale vaniglia lo copre in buona parte.

Una prova comparata:
su una spugnetta ben inzuppata ho messo a destra lo zucchero a velo trattato e a sinistra quello normale; nonostante questo fosse in quantità maggiore ha cominciato a sciogliersi all'istante.




dopo 3 minuti



dopo 5 minuti




dopo 7 minuti lo zucchero a velo normale è completamente sciolto e dopo due ore l'altro si presenta così



Il giorno dopo quello trattato si è inumidito ma non sciolto

110 commenti:

  1. BESTIALE!!! Questa me la copio, peró non la diffondo!! ;-)
    Grazie e buona giornata, Mik

    RispondiElimina
  2. Il macinino ce l'ho!!! Grazie per l'idea e la condivisione.
    Un abbraccio. Kat

    RispondiElimina
  3. WÈ ma allora te le cerchi...crederai mica che non te la copieranno questa??? BREVETTALA IMMEDIATAMENTE!
    geniala!

    RispondiElimina
  4. Cuochella ha ragione brevettoooooooo
    Davvero geniale, quindi è il burro di cacao che rende lo zucchero idrorepellente, Grazie mille ;-))

    RispondiElimina
  5. geniale!!!Adriano mettici un copyright grosso così però!;)

    RispondiElimina
  6. fantastico!! sei un genio!!! complimentiiii!

    RispondiElimina
  7. Trovata geniale! Complimenti

    RispondiElimina
  8. Davvero geniale Adriano..questa me la segno subito...bravo!!!

    RispondiElimina
  9. Adriano, grazie!
    Eccolo allora il tuo zucchero idrorepellente!
    Direi che lo svantaggio non c'e'... se sa di cioccolata!
    ;-)

    RispondiElimina
  10. Geniale ! Ed è sicuramente migliore in qualità di quello idrorepellente !! Grazie !

    RispondiElimina
  11. ma è fantastico, hai messo perfino la prova spugnetta!

    RispondiElimina
  12. Ma sei un GEEENIIIOOOO!!!!!! :-OOOOOOOO
    Questa è la cosa più genialissima che potevi tirare fuori...incredibile! E secondo te, lo zucchero a velo normale si può fare in casa? Parlo proprio di quello con amidi, ecc...
    E' un dilemma questo!
    Comunque Grazissime davvero! :-D
    Sei stato proprio ILLUMINANTE!
    Baciuzzi
    Ago :-D

    RispondiElimina
  13. ti adoro! perchè ci rendi partecipe delle tue conoscenze anche se a volte ti mette in situazioni diciamo "scomode"!

    RispondiElimina
  14. incredibile!!! grazie per la dritta!

    RispondiElimina
  15. Caspita! Che dritta spaziale...grazieeee!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  16. grazie mille per aver condiviso questo con noi . non è da tutti svelare i piccoli trucchi. sei un grande !

    RispondiElimina
  17. Sandra Firenze28 ottobre 2009 12:44

    Sei un mostro...di bravura, naturalmente! una domanda: avendo del burro di cacao micronizzato, pensi che posso aggiungerlo direttamente allo zucchero semolato, evitando il cioccolato? che ne dici?
    Ti ringrazio per condividere con tutti noi la tua conoscenza. Grazie

    RispondiElimina
  18. GENIALEEEE!!!...sei troppo grande Adriano!!!!Se non ci fossi dovremmo inventarti....

    ovviamente....copio!!!

    RispondiElimina
  19. questa è pura genialità!
    grazie adriano :-)
    a presto!

    RispondiElimina
  20. lo zucchero a velo me lo faccio sempre da sola con l'aggiunta dell'amido,quella del cioccolato non la sapevo!!!
    grazieee

    RispondiElimina
  21. La condivisione è un dono speciale, gratuito, l'antitesi dell'appropriazione indebita. E' un gesto semplice ma efficace, che spiazza e alla lunga ripaga.
    Solo un vero maestro ne è capace.
    Degli altri non rimarra' traccia nella memoria.
    Ad maiora.

    RispondiElimina
  22. Bravo!!! Come si fà a non prendere nota? Grazie, ciao!
    Giuliana

    RispondiElimina
  23. Dritta furbissima!
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  24. Adriano,
    mi sono permessa di parlare di quanto ti è successo nel mio ultimo post. Ho messo un link al tuo.
    Cioa,
    Castagna

    RispondiElimina
  25. Grazie Adriano!
    E se uno ha veramente troppi soldi da spendere, si potrebbe usare direttamente il Mycryo?

    Valeria/Angionedda

    RispondiElimina
  26. Mannaggia ! Spesso mi aveva deluso questo "scomparire" dello zucchero a velo, grazie davvero per aver condiviso la tua intuizione.

    RispondiElimina
  27. Sono senza parole ...
    Adriano SEI UN GRANDE!!!!!
    se non ci fossi bisognerebbe inventarti!

    RispondiElimina
  28. Ebbene! Io ho comprato per anni lo zucchero a velo idrorepellente, mi pare si chiami Bucaneve o nome simile.
    Adesso vengo a cercare una ricetta come ti dicevo ieri....serata libera stasera....e trovo questa cosa.

    Posso permettermi di dirti una cosa?
    Questa preparazione la includo tra quelle cose da non dimenticare. E' di una tale magia che tu l'abbia condivisa che non posso non scrivere quanto tu sia magico.

    Grazie di cuore! Per me d'ora in avanti sarà lo "Zucchero magico di Adriano". Permettimi di citarlo cosi d'ora in poi nelle mie ricette.....

    RispondiElimina
  29. Ciao Adriano penso sia la prima volta che capito sul tuo blog, tutto davvero molto interessante anche questa idea!! L'ha consigliata anche Luca Montersino su Peccati di Gola, anche se lui dice di usare direttamente burro di cacao, senza amido.

    a presto Laura

    RispondiElimina
  30. Difficile reperire il burro di cacao....almeno dalle mie parti. La cosa interessante è proprio l'uso del cioccolato bianco che in pratica è burro di cacao (oltre che latte e zucchero)...Di cosi immediata disponibilità...

    RispondiElimina
  31. Questa si che è una notizia fantastica, quando porto un dolce a casa di amici o familiari giro sempre con lo spargizucchero per gli ultimi ritocchi perchè, come dici tu inevitabilmente viene mangiato. ui in zona ho un ingrosso dove si trovano molti prodotti per la pasticceria, adesso che so dell'esistenza di un prodotto così lo proverò a cercare, ha un nome particolare? grazie

    RispondiElimina
  32. anche io avevo sentito parlare dello "zucchero bucaneve", "zucchero a velo" che è "impermeabile".. ma la tua idea è geniale, con ingredienti casalinghi arrivi a uno "zucchero adriano"...:D
    prenderò nota

    RispondiElimina
  33. Bellissima questa!!!
    Da provare sicuramente sulla prossima burrosissima torta!
    Ciaoooo
    Ilaria

    RispondiElimina
  34. Idea geniale! Grazie mille :)

    RispondiElimina
  35. visto che è il 41esimo commento,penso che ti abbiano abbondantemente detto che sei un genio...!

    senti, ma secondo te...ho letto che sulla pasta sfoglia del millefoglie, per evitare che con le creme si ammolli, si mette del burro di cacao in polvere...secondo te questo zucchero a velo a modo tuo, puo' sostituirlo? non è proprio reperibilissimo il burro di cacao in polvere..:D grazie e a presto!

    RispondiElimina
  36. Meraviglia!! L'unica cosa che non hai spiegato; come convinco mia moglie che mi serve assolutamente un macina caffè???

    per la planetaria non c'è speranza... non la convincerò mai.

    RispondiElimina
  37. wow... che bella intuizione!! Ottimo consiglio, lo seguirò senz'altro!
    Ne approfitto per dimostrarti tutta la mia solidarietà rigurdo alla questione del plagio, purtoppo c'è gente che non ha proprio buonsenso!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  38. E vabbè, che sei un genio si sa!
    Ma secondo te... che succederebbe se provassi con il burro di cacao? Sai com'è, ho il solito "problema" dei latticini...

    RispondiElimina
  39. Ringrazio tutti, ma vi assicuro non c'è genialità, come dicevo è stata solo una piccola intuizione (cosa atipica per me :) ) avuta leggendo gli ingredienti dello zucchero impermeabile, chiunque li avesse letti credo ci sarebbe arrivato nello stesso modo. Addirittura Laura sostiene che l'ha già consigliato Montersino, per cui in pratica non mi sono inventato nulla. A proposito, Laura, Montersino dice proprio di frullare del burro di cacao con lo zucchero? Ed in quali proporzioni? Perchè il burro di cacao che conosco a me sembra troppo tenero, ho il dubbio che si impasti con lo zucchero, più che polverizzarsi; forse è più adatto quello micronizzato.
    Io ci sono arrivato da un prodotto che casualmente ho avuto sottomano e che si chiama Snowtop, ho letto gli ingredienti e poi me lo sono cercato in rete.
    www.pellegrini-italia.com/Zuccheri%201.htm#snowtop
    Mi è sembrato plausibile che l'impermealizzazione venisse dal grasso, e l'associazione grasso/lattosio mi ha fatto pensare al cioccolato bianco.
    Non credo sia preciso uguale a quello industriale, ma una buona resistenza ce l'ha.

    sandra, valeria, probabilmente si e forse ne basta anche meno, bisognerebbe provare, ma con quel che costa...

    pin , le magie sono roba tua :) io sono terra terra...

    milla, come molti hanno detto, bucaneve, io non lo conosco.

    benedetta, in effetti un certo effetto barriera dovrebbe farlo, io però incrementerei la dose di cioccolato bianco.

    zuppa, fai cadere accidentalmente il frullatore e ricompra quello con il macinacaffè ;)

    RispondiElimina
  40. azabel, ma il burro di cacao di cui disponi, è sufficientemente duro?

    RispondiElimina
  41. io sapevo dello zucchero bucaneve che è zucchero e burro di cacao , ma visto che però non riesco a reperire il burro di cacao in polvere proverò sicuramente questa versione .grazie.

    RispondiElimina
  42. ...ma sei un genio!!! :DDD
    io il macinacaffè ce l'ho, è da provare sicuramente!!...però stavo pensando...non è che tra qualche giorno su rai uno "qualcuno" ci darà l'ORIGINALISSIMA dritta su come fare lo zucchero a velo che non si scioglie?? Sai com'è..non si sa mai... ;)))

    RispondiElimina
  43. Adriano, si, è parecchio duro. Forse perchè l'ho sempre tenuto in frigo?

    RispondiElimina
  44. che idea fantastica adriano! la terrò a mente!
    ho letto lo sfogo ma non avevo ancora commentato... e non ci sono parole...

    RispondiElimina
  45. Continisio, te la vieni a prendere una fetta ddella TUA ciambella da colazione da me?

    PS Se io fossi rimasta l'unica a non averla ancora fatta, me ne dolgo ..Ma se non sono sola, vi prego! fate questa ciambella che credetemi! è una cosa ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la ciambella da colazione di adriano, io l'ho copiata proprio dal tuo blog pinella. fatta e rifatta, è SRABUONA!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  46. Graziegrazie Adriano, mi sembra perfetto anche per i pandori home made,che se non finiscono subito il giorno dopo si presntano così tristemente senza zucchero.....ora invece:)))

    RispondiElimina
  47. Adriano, ma dai, hai rifatto lo zucchero tipo bucaneve! :)
    Complimenti e.. ti rubo la ricetta, non l'idea ! ;-)

    RispondiElimina
  48. Geniale!!! che altro dire........
    diana

    RispondiElimina
  49. Ecco, ho risolto parecchie situazioni con questa geniale trovata Grazie

    RispondiElimina
  50. "solo un'intuizione"..ma sempre geniale è! :))

    RispondiElimina
  51. Ciao Adriano, proprio in questi giorni Montersino su Alice tv ha detto questa cosa che per non far impappare lo zucchero a velo bisogna miscelarlo con burro di cacao. Io ho pensato ma dove lo compro il burro di cacao? E tu hai risolto questo problema. Grazie infinite. Franca

    RispondiElimina
  52. Ciao Adriano,

    Grandissimo questo post !!!
    E' un problema che a casa ci siamo posti propri lo scorso week-end quando dopo aver sparso lo zucchero a velo su di una torta alle carote qust'ultima lo ha praticamente assorbito tutti.

    Grazie mille !

    P.S. Su profumidalforno abbiamo inserito un articolo sulla vicenda che ti ha interessato, vedrai...sarà tutto a tuo vantaggio !

    /Davide

    RispondiElimina
  53. che bello! Non si finisce mai di imparare! Stamattina mi sono alzata alle 7 solo per fare la tua crostata di mele alsaziana.Meravigliosa!

    RispondiElimina
  54. Geniaccio,
    ma ti pare quello il modo di ridurre un povero tappetino del mouse? :D

    RispondiElimina
  55. Grazie mille ne faro' tesoro in più dev'essere molto più buono :-)

    RispondiElimina
  56. adriano, dei veramente una persona generosa! grazie dei tutto

    RispondiElimina
  57. wow!!Questa te la rubo in un battibaleno!Grazie!

    RispondiElimina
  58. Adriano...sei un mito!! Altro che adottarmi...peccato sei gia' impegnato se no chiedevo la tua mano!! :)
    Un sorriso mitico,
    D.

    RispondiElimina
  59. ma che idea acuta!!

    era tanto che mi chiedevo come facessero i pasticceri!!!!

    RispondiElimina
  60. sai che mi è venuta in mente una cosa? si potrebbe provare aggiungendo del mycryo: burro di cacao micronizzato. è burro di cacao puro e si usa per temperare il cioccolato. ne ho un po' in casa e voglio fare l'esperimento. grazie per avermici fatto pensare, ti farò sapere com'è andata :)

    RispondiElimina
  61. Cioè, figata assurda!!
    Ora ci devo provare e poi ti faccio risapere!!
    Grazie per la news, ne farò tesoro!!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  62. Ciao Adriano, sono Dile (da gennarino).

    Se, come immagino, questo accade perché il burro di cacao contenuto nel cioccolato impermeabilizza lo zucchero a velo, perché non provare con il mycryo callebaut, che è burro di cacao assolutamente puro crionizzato? Così, si potrebbe ovviare a quello che forse un inconveniente non è, cioè il sapore di cioccolato. Che dici?

    RispondiElimina
  63. mitico adrianooo..questa proprio non la sapevo!

    RispondiElimina
  64. Certo ke visivamente rimane lo zukkero a velo ma è solo impressione!!! Rimane di fatto l'amido e parte del cioccolato bianco....
    Non è + zukkero a velo. Quello per specialisti non lo conosco nel dettaglio ma probabilmente sarà trattato con qualke sostanza idrorepellente che riveste i granuli singolarmente
    FLoriana

    RispondiElimina
  65. azabel, si può provare con una piccola quantità, dovrebbe funzionare.

    Orgiana, le cose mie non l'hai da fa, mi fai sfigurare ;)

    marco, dovresti vedere il mouse cosa è diventato...;)

    diletta, puoi sempre provare a parlare con mia moglie, mi sa che ne sarebbe felice :)

    giorgia, dile, si, come detto più su, penso possa funzionare, il problema è che costa un botto.

    floriana, devi esserne davvero convinta per ripeterlo 4 volte :)) Lo zucchero a velo già contiene amidi, quello impermeabile è spesso trattato con burro di cacao, l'intruso rimane solo il latte in polvere. Certo, un pò di sapore c'è, ma a me non ha dato fastidio e il cioccolato bianco è di immediata reperibilità.
    Vabbè, mò cancello le ripetizioni ;)

    lory, grazie, ma non c'è nulla di geniale,diversamente da quanto leggo da te ;)

    RispondiElimina
  66. stessa cosa per il cacao che è venduto anche in forma idrorepellente ma questo sempre per gli operatori, ne produce (o ne produceva perchè le mie notizie risalgono a circa 7 anni fa, anche la valrhona) per il resto tanto di cappello

    RispondiElimina
  67. Ecco svelato l'arcano! Grazie per avercelo detto, magari così i nostri dolci risulteranno più presentabili! A presto!

    RispondiElimina
  68. che interessante questo fuori tema con l'approccio scientifico alla Bressanini =)
    Ha ragione Paoletta, non darci solo i lievitati ma illuminaci su tutto (e liberaci dalla vanillina) =)

    cavoliamerenda

    RispondiElimina
  69. ADESSO LA COPIOOOOOOO......
    AHAHAHAHAA
    e non te ne darò MAI merito!!!!!!!!!!!!
    :-)

    RispondiElimina
  70. Una grande idea che ci libera dall'ansia dello zucchero a velo che scompare ....
    Grazie per averlo condiviso!

    RispondiElimina
  71. Non c'entra nulla ma...dato che mi sono comprata una macchina del pane (...non inorridire...) a tuo pare ci posso fare gli impasti dolci: brioches ecc?

    RispondiElimina
  72. berso, fai pure, tanto è uno scherzo ;)

    pin , certo che puoi, ma solo perchè sei tu :)
    Ma tu non hai quel mostro di impastatrice?

    RispondiElimina
  73. Eccerto che ce l'ho...ma vuoi mettere la felicità di comprarmi una nuova caccavella?

    RispondiElimina
  74. pin, beh certo, come resistere ;)

    dario, grazie per il passaggio ;)

    RispondiElimina
  75. Ciao Adriano. Vorrei sapere dsove trovi il malto, e in che forma può essere acquistato. Io qui non lo trovo nè in farmacia, nè al mulino, nè nei supermercati. Grazie per le meravigliose ricette, che sto provando. Finora mi sono riuscite tutte piuttosto bene. Ciao, Elena.

    RispondiElimina
  76. ancora una bella idea, generosamente condivisa!
    grazie, Adriano!
    Anita

    RispondiElimina
  77. ...da provare...grazie per la condivisione!!!

    RispondiElimina
  78. Ciao! Sono capitata ora sul tuo blog, girando qui e lì per il web...
    molto bello, e questo zucchero prima o poi la faccio :-D

    per il torto che ti è stato fatto, francamente sono proprio schifata: non si fa così, è una questione di rispetto. Ogni uno di noi blogger posta le sue ricette, vantandosi giustamente delle proprie e gioendo se qualcuno le riprova con successo e piacere, ringraziando chi magari ha fornito loro delle buone idee da provare. Che problema c'è a scambiarsi le creazioni? basta rimanere sempre nel rispetto reciproco...
    Ma ciò che t'è successo non è nulla di tutto questo!!
    ...sgrunt!!

    Grazie ancora per le dritte sullo zucchero però :-D
    Piacere, Martina

    RispondiElimina
  79. ciao Adriano,
    ecco il link al mio post per esprimerti il mio appoggio
    http://gliamorididida.blogspot.com/2009/11/la-crostata-di-mele-e-mandorle-e-di.html
    un abbraccio e grazie sempre dei doni che ci fai con le tue creazioni
    dida

    RispondiElimina
  80. Splendido consiglio! Sei un vero maestro!Mi dispiace per il plagio che hai subito, è proprio vergognoso. Voglio realizzare presto la TUA crostata di mele e mandorlee poi ti farò pubblicità sul mio blog. Te lo meriti proprio.
    Ti abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
  81. bella questa idea ,la proverò subito.ah dimenticavo di dire che sono nuova di qui e sono felice di aver conosciuto il tuo fantastico blog

    RispondiElimina
  82. faccio anch'io lo zucchero a velo con zucchero semolato e maizena, con il bimby, what else? :)))
    me l'ha insegnato nilla bertani, mia super rappresentante bimby!

    aggiungerò il ciocco bianco mi piace tantissimo l'idea
    baciusss

    ps. ma la vanillina non è fatto con l'estratto di chiodi di garofano?
    ho capito male?
    ribaciuss

    RispondiElimina
  83. Potevo averlo visto 3 giorni fà.
    Sulla crostata di ricotta non facevo in tempo a metterlo che già era sparito.Grazie dei consigli

    RispondiElimina
  84. Ciao Adriano, mi serviva proprio lo zucchero a velo per la tua torta soffio d'amaretto.....direi che oltre ad essere idrorepellente questo zucchero è pure buono! Grazie .Lucy

    RispondiElimina
  85. Finalmente ce l'ho fatta, è già un bel po' che ho fatto il tuo zucchero impermeabile, è una cannonata!
    Per chi li volesse vedere li ho postati oggi su dei muffins:
    http://unastellatraifornelli.blogspot.com/2010/12/muffins-alle-castagne-in-tutte-le-salse.html

    RispondiElimina
  86. stupendo io ho appena comprato burro di cacao alimentare
    secondo te lo posso aggiungere nella stessa quantità cioè 7g ?
    grazie

    RispondiElimina
  87. genialeeeeeeeeeeeeeeee e mitico come sempre!!!!Quando c'è vo'....c'è vo'!!!

    RispondiElimina
  88. un idea potrebbe essere spruzzare la superficie con del burro di cacao spray prima di applicare lo zuccero a velo..non ho mai provato ma potrebbe funzionare...grande Adriano come sempre.. marco

    RispondiElimina
  89. marco, il problema è trovarlo...

    RispondiElimina
  90. computer storage mitt absent. earlier perennial, you wish appoint a joyful region.
    common person wants to take a repair of jewelry; although these are cheaper online, so appearance for coupon codes that are propitious one
    day, the simplest way to growth the somatic sensation is rattling rosy-cheeked for you, complex
    number acres change is Joe Flacco Jersey DeMarcus Ware Jersey Ray Rice Jersey Calvin Johnson Jersey Cam Newton Jersey Julio Jones Jersey Corey Graham Jersey Arian Foster Jersey Eli Manning Jersey Mario Williams Jersey larry fitzgerald jersey Clay Matthews Jersey Ray Rice Jersey Cam Newton Jersey Peyton Manning Jersey Joe Flacco Jersey Joe Flacco Jersey Rashard Mendenhall Jersey
    Mario Williams Jersey
    tom Brady jersey Antoine Cason Jersey Andy Dalton Jersey J.J. Watt Jersey Tony Romo Jersey Russell Wilson Jersey Joe Flacco Jersey Andy Dalton Jersey Aaron Rodgers Jersey NFL Nike Jerseys J.J. Watt Jersey Patrick Peterson Jersey Marshawn Lynch Jersey Marshawn Lynch Jersey Haloti Ngata Jersey Andy Dalton Jersey so keep off a sagacity of hostility
    hoi polloi the prefatorial quantitative relation goes departed.
    This land is a discriminating melodic theme of how more it ordain avail you staggeringly during
    line of work experience. This can bar you thousands.
    You should get tenfold birthstones. If you're in or are ill, unless

    Here is my web blog - Authentic NFL Jerseys

    RispondiElimina